Eurotravel fallimento lo stato passivo fra pochi giorni

Entro dieci giorni verra’ definito lo stato passivo della Et Holding-Eurotravel. Sara’ il giudice di Aosta Davide Paladino a concludere l’accertamento, alla luce di quanto emerso dall’assemblea dello scorso 19 aprile e da quella di oggi, in cui i curatori fallimentari (Leonardo Marta, Ivano Pagliero e Filiberto Ferrero Loranzi) hanno preso in esame alcune domande oggetto di contenzioso nel passato incontro.

A fronte di una richiesta di 95 milioni di euro da parte di oltre 1.000 creditori, durante l’assemblea del 19 aprile erano state ammesse istanze per 77 milioni di euro: 51 ai creditori privilegiati (ex-dipendenti, erario e istituti previdenziali) e 26 a quelli chirografari (senza prelazione). Il prossimo 31 maggio sara’ messo all’asta l’Hotel Norden Palace, che insieme ad altri immobili (due villaggi turistici tra Puglia e Calabria, un parco acquatico nel foggiano, un residence a Cervinia, la sede Eurotravel a Quart e i beni personali dei fratelli Angelo e Cleto Benin) costituira’ l’attivo da distribuire ai creditori.

Per il fallimento della Et Holding-Eurotravel i due fratelli Benin sono indagati dalla Procura di Aosta con l’accusa di bancarotta fraudolenta. Risalgono all’estate del 2009 le difficolta’ finanziarie che hanno portato i titolari a lasciare l’azienda. Con l’avvio delle procedure di liquidazione, il Tribunale di Aosta aveva inizialmente accolto la richiesta di concordato preventivo, interrompendolo dopo la dichiarazione di fallimento. Della holding era parte fondamentale il tour operator Eurotravel: nato nel 1983, negli anni ’90 era diventato uno dei leader italiani del settore.

da ansa.it

Leave a Reply