Euroflora 2011 a Genova, una distesa fiorita da non perdere

di | Aprile 13, 2011

A Genova torna l’Euroflora

Piante e fiori in arrivo da tutto il mondo: torna in Fiera, dopo cinque anni, Euroflora, l’appuntamento più atteso dagli appassionati. La decima edizione della rassegna – in programma alla Fiera di Genova dal 21 aprile al 1° maggio 2011 – si annuncia come uno spettacolo unico al mondo, capace attraverso la bellezza dell’esposizione, di puntare l’attenzione su alcuni dei temi più importanti del nostro tempo: la tutela della biodiversità, la capacità dell’uomo di vivere nel rispetto dell’ambiente e la necessità di mantenere un rapporto con la natura nella vita di tutti i giorni.

“Il fiore che unisce”, claim di questa edizione, interpreta lo spirito di unità, di amicizia, di rispetto per il pianeta e per le diversità dei popoli che Euroflora vuole trasmettere attraverso il linguaggio universale dei fiori. Euroflora è tra le “floralies” internazionali la più importante del Mediterraneo, è a cadenza quinquennale, riconosciuta dall’AIPH – Association Internationale des Producteurs Horticoles e aderente ad AIF, Association of International Floralies.

L’edizione 2011 potrà contare sul grande impatto scenografico del Palasport, il grande padiglione circolare da sempre cuore scenografico della manifestazione, e su una importante novità: il nuovo padiglione Blu disegnato da Jean Nouvel in grado di offrire una spettacolare cornice architettonica con ventimila metri quadrati panoramicamente affacciati sul mare.

La presenza del Comune di Genova nell’edizione 2011, sarà ispirata al grande progetto di riqualificazione dei parchi storici della città che vede impegnato il Comune con un investimento di sedici milioni di Euro. Un progetto che rappresenterà una vera e propria rivoluzione verde restituendo al capoluogo ligure un patrimonio di luoghi del tutto unici sotto il profilo botanico, culturale e paesaggistico. Grazie a una puntuale programmazione degli arrivi delle piante da parte del Comune, il pubblico di Euroflora potrà ammirare in anteprima alcuni degli esemplari tra le centinaia che troveranno dimora nei sette parchi interessati dalla riqualificazione: Villa Rossi, Villa Duchessa di Galliera, Villa Doria, Villa Pallavicini, Villa Rosazza, Villetta Dinegro e i Parchi di Nervi. Tra le manifestazioni della stessa tipologia Euroflora è la più visitata in Europa – con oltre quattromilioni e mezzo di visitatori in nove edizioni – e deve gran parte del suo successo allo straordinario impegno degli espositori ai quali sono riservati oltre cinquecento concorsi tecnici e estetici, giudicati da esperti provenienti da tutto il mondo. Grazie al contributo autorevole di tecnici qualificati, i concorsi – per i quali è previsto un montepremi di quattrocentoventimila euro – sono stati selezionati e aggiornati tenendo conto delle diverse realtà che compongono l’universo della produzione florovivaistica, dalla più classica alla più innovativa e di tendenza.

Mantenuto l’impianto classico le novità più evidenti riguarderanno le composizioni floreali, e il verde pubblico, tema di particolare importanza per la qualità della vita nei centri urbani. Sul tema degli orti, che dalla Casa Bianca al Vaticano conta schiere di appassionati, e dei giardini è stato lanciato uno speciale concorso internazionale rivolto ai progettisti, alle scuole e ai Garden club. Un’opportunità creativa per dimostrare al vasto pubblico della manifestazione come coniugare gli aspetti ornamentali del giardino con la soddisfazione di poter mangiare il risultato delle proprie capacità di coltivazione. Inoltre per la prima volta nella prossima edizione di Euroflora, si svolgerà la selezione dei progetti per il “Premio Internazionale Torsanlorenzo”- Progetto e Tutela del Paesaggio, premio ideato nel 2003 dal presidente di “Torsanlorenzo Gruppo Florovivaistico” Mario Margheriti. Sarà poi il pubblico della manifestazione, costituito da appassionati, amanti del verde e operatori professionali a cogliere i miglioramenti e l’evoluzione continua che hanno contraddistinto il settore in questi ultimi anni e a decretare il successo delle singole produzioni traducendolo in scelte di consumo.

Orari di apertura: ingresso tutti i giorni dalle 8 alle 22, chiusura dei padiglioni alle 23. Biglietti d’ingresso: 20 Euro, 16 Euro dopo le 18. Per i bambini fino a 5 anni ingresso gratuito, da 6 a 14 anni biglietto a 10 Euro. Riduzioni per le comitive di almeno 30 persone e per i gruppi scolastici di almeno 25 alunni di scuole elementari e medie inferiori. Info: www.euroflora2011.it – Fiera di Genova tel. 010.53911

Marcella Zanellato

da AGENFAX.IT

Rispondi