EcoTur 2011 a Chieti

di | Aprile 16, 2011

Oltre 99 milioni di presenze e 10 miliardi di fatturato, con un trend in crescita anche nel 2010, l’anno piu’ duro per il turismo internazionale. Sul turismo natura, vera sorpresa dell’offerta italiana, si alza il sipario della piu’ longeva borsa internazionale del settore, Ecotur Nature Tourist Workshop, che si terra’ dal 6 all’8 maggio nel Centro espositivo e dei servizi della Camera di Commercio di Chieti. Ecotur e’ arrivata all’edizione numero ventuno, un traguardo pressoche’ unico per le borse di settore. «Quando all’estero scoprono che in Italia esiste una borsa sul turismo natura dal 1992, restano stupiti» spiega il presidente e fondatore di Ecotur Enzo Giammarino, «all’estero l’Italia del turismo riesce ancora a sorprendere».

L’edizione 2011 di Ecotur si presenta oggi con una serie di novita’ rilevanti. «Confermiamo i parchi, le riserve, le bandiere blu e i Borghi piu’ belli d’Italia come core business della fiera e della borsa» spiega Giammarino, «ma il turista natura e’ cambiato e vuole di piu’: desidera trascorrere una vacanza verdeblu in una destinazione capace di garantire una serie di servizi avanzati all’altezza dell’attesa». Per questo Ecotur si trasforma anche in Borsa dei Territori: «Abbiamo voluto puntare sulla capacita’ dei territori di offrire energia rinnovabile, trasporti sostenibili, arredo urbano innovativo, prodotti enogastronomici bio. Tutti servizi» prosegue Giammarino «che completano l’offerta turistica, incrociano le esigenze del nuovo turista-consumatore e fanno crescere l’appeal di una destinazione».

«L’Abruzzo e’ orgoglioso di ospitare una manifestazione di eccellenza come Ecotur» afferma Mauro Di Dalmazio, coordinatore nazionale degli assessori regionali al turismo. «Oggi il messaggio turistico va veicolato attraverso le specialita’, ed Ecotur ci consente di farlo senza perdere di vista la necessita’ di comunicare l’intero territorio. Fra i meriti di Ecotur, accanto all’aver puntato su un settore emergente, c’e’ quello di aver prodotto una gamma di servizi importante: dalla ricerca scientifica al premio per la buona informazione».

da adnkronos.com

Rispondi