Categorie
economia turismo ultime notizie

Eco-tour operator : turismo e finanza

Turismo: meglio gli eco-tour operator
In un report dedicato al settore dei viaggi e vacanze, Bank Sarasin suggerisce agli investitori di puntare sulle aziende impegnate nella sostenibilità. Come Accor, Kuoni e Whitbread

eco_tour_operator_finanza_turismoIl turismo è uno dei settori che crescono più velocemente in tutto il mondo, e offre opportunità interessanti anche agli investitori. Ma al suo interno ci sono imprese più attraenti delle altre: quelle che prestano attenzione all’impatto ambientale della loro attività, riducono le emissioni di gas serra, e offrono ai clienti vacanze ecologiche.

Lo spiega bene il recentissimo studio che Bank Sarasin ha dedicato al settore. Il turismo è responsabile di circa il 5% delle emissioni globali di gas serra. Secondo una ricerca condotta dall’Organizzazione mondiale del turismo (Untwo), i maggiori responsabili delle emissioni di biossido di carbonio nel settore del turismo sono i viaggi aerei (39%), il traffico stradale (32%) e cibo e alloggio (20%). Circa il 70% delle emissioni causate dal turismo sono quindi imputabili agli spostamenti dei viaggiatori.

I cambiamenti climatici hanno anche un impatto pesante sul settore: montagne senza neve, inondazioni di località balneari, catastrofi climatiche.

E cresce il numero di turisti che selezionano i loro viaggi anche con un’attenzione agli effetti ambientali dei loro viaggi. Dagli hotel ecologici ai tour operator sostenibili, sostengono gli analisti di Sarasin, aumentano le opportunità non soltanto per i consumatori, ma anche per gli investitori.

Grazie a marchi riconosciuti (come  The Green Key, EarthCheck, Green Globe e Csr Tourism) è più facile identificare le offerte di vacanze ecocompatibili e prendere in considerazione gli impatti ambientali, sociali e culturali. Molti tour operator consentono ai clienti di compensare le emissioni di carbonio dovute al loro viaggio in aereo con un contributo a progetti di protezione del clima come quello dell’organizzazione tedesca www.atmosfair.de.

Per i tour operator che si impegnano in programma di sostenibilità, due sono i benefici: da un lato godono di una crescita superiore e attirano clienti più regolari rispetto ai loro concorrenti meno sostenibili, dall’altro il consumo di risorse inferiore offre risparmi sui costi. Secondo il team di ricerca di Bank Sarasin operatori turistici sostenibili come Kuoni, Accor e Whitbread rappresentano per questo interessanti opportunità d’investimento.

da lamiafinanza.it

Rispondi