Categorie
Val d'Aosta

E’ Morto Piero Savoretti l’uomo che inventò Courmayeur

Addio a Savoretti, “creò” Courmayeur

Piero Savoretti, era stato nominato cittadino onorario di Courmayeur
L’imprenditore torinese è morto a Ginevra a 91 anni. Nel 1978 realizzò la grande funivia sul Monte Bianco in Val Veny. A lui si deve anche l’accordo commerciale tra la Fiat e l’Unione sovietica.

E’ morto ieri sera all’età di 91 anni Piero Savoretti, torinese figura chiave dell’imprenditoria italiana del secolo scorso, la testa di ponte della Fiat in Russia. Nel 1966 contribuì alla firma dell’accordo commerciale tra l’azienda automobilistica e l’Unione sovietica. Una marcia di avvicinamento cominciata nel 1952 quando Savoretti fondò la Novasider sbarcando a Mosca. L’obiettivo era mettere insieme le principali aziende italiane (Fiat, Pirelli, Olivetti, Innocenti) per un approccio globale al mercato sovietico. “Senza  Savoretti quest’accordo non ci sarebbe stato” disse Giovanni Agnelli in occasione del 30° anniversario dell’accordo.

Piero Savoretti viveva da oltre 30 anni a Ginevra con la moglie Nina, vera colonna portante della sua vita. Savoretti lascia anche due figli, Nicola e Andrea. Imprenditore eclettico, nella sua vita ha affrontato mille sfide, dalla conquista dei mercati russi “all’invenzione” di Courmayeur: nel 1978 sarà lui a costruisce sul Monte Bianco, in Val Veny, la funivia più grande dell’epoca: 133 posti per 1500 persone all’ora. Per il turismo invernale della località fu una vera e propria svolta. Nel 2010 Courmayeur gli attribuì la cittadinanza onoraria.

CRISTIAN PELLISSIER da lastampa.it

Rispondi