Dati turismo benessere Relais & Chateaux

relais_and_chateauxL’Associazione della lussuosa catena alberghiera nata in Francia segnala dati critici per il 2008, ma arriva la ripresa grazie ai last minute e alla voglia di coccole

MILANO
Il 2008 è stato difficile per Relais & Chateaux, l’associazione creata in Francia nel 1954 che riunisce 480 alberghi “de charme” e ristoranti gastronomici presenti in 56 Paesi, tutti esclusivi e di alta categoria a livello internazionale. Ma negli ultimi mesi si vedono i primi segnali di miglioramento e l’Italia è in controtendenza nell’area benessere-spa.

Per quanto riguarda l’Italia, appunto, nel 2008 il gruppo ha registrato un fatturato in calo di 105 milioni di euro rispetto all’anno precedente (-5,6%) ma, secondo i primi dati sul 2009, per ora disponibili solo a livello internazionale, i ricavi del mese di maggio sono saliti del 13% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Tra le attività che sembrano al riparo dalla congiuntura economica negativa il settore Spa-benessere: nel 2008 la crescita del gruppo nel comparto è stata, sempre a livello mondiale, del 2,2%, che diventa +4,7% considerando le sole strutture italiane, mentre per le attività puramente alberghiere e di ristorazione il calo è stato rispettivamente del 2,8% e del 3,7%.

La maggior parte delle persone che soggiornano nelle strutture di Relais & Chateaux è in viaggio per turismo. Solo il restante 15% – percentuale in calo – è in giro per affari.                                                                relais_and_chateaux1

Per quanto riguarda gli ultimi mesi emerge come, dopo un’importante flessione sia a livello di fatturato (oltre il 20%) che di prenotazioni oltre il 10%) – con picchi negativi a cavallo tra fine 2008 e inizio 2009 -, sia in atto un’evidente ripresa, sulla spinta dell’aumento delle prenotazioni, con un +13% a maggio 2009 rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, mentre il dato tendenziale riferito al mese in corso segna al momento un +25%.

E’ probabile che la crisi – ha ipotizzato il presidente del gruppo jaume tapies – abbia indotto i clienti ad aspettare l’ultimo momento per prenotare.

Tra i diversi canali di vendita utilizzati da Relais & Chateaux, Internet si distingue per la velocità di sviluppo: tra luglio 2008 e maggio 2009 le prenotazioni via Web hanno infatti raggiunto il 47,5% del totale, mentre costituivano il 41,7% nello stesso periodo dell’anno scorso.

da IL CORRIERE DELLA SERA