Categorie
Corea del Sud

Corea del Sud naufragio traghetto foto con 325 studenti in gita quasi 300 dispersi

Sud Corea naufragio traghetto Sewol 05Sud Corea, naufraga un traghetto. A bordo 325 studenti in gita. Quattro vittime, 291 i dispersi

SEUL – Un traghetto con 459 persone a bordo è naufragato a sud est di Seul. Secondo le informazioni diffuse dalla televisione sudcoreana e confermate dalla Guardia Costiera, la nave “Sewol” è affondata in poco più di un’ora. Tra i passeggeri, c’erano 325 studenti, di cui solo 78 sono stati tratti sinora in salvo, oltre a 14 professori in gita scolastica. L’equipaggio era composto da 29 persone. Sono 164 le persone salvate, ma oltre alle quattro vittime accertate – una donna di 27 anni, membro dell’equipaggio, un uomo di età apparente tra i 20 e i 30, deceduto in ospedae, e altre due persone ancora non identificate – all’appello mancano 291 passeggeri. Cinquantacinque i feriti.

Ignote le cause del disastro. L’imbarcazione, partita da Incheon (30 chilometri a ovest di Seul), aveva lanciato il segnale d’allarme alla guardia costiera sudcoreana dopo quello che i naufraghi hanno raccontato essere stato un fortissimo urto che ha provocato lo sbandamento del traghetto, immediatamente piegatosi su un lato e poi rapidamente affondato.  Ad accelerare l’affondamento della nave, anche la presenza nelle stive di circa 150 veicoli che dopo l’urto hanno rotto le corde di bloccaggio e si sono ammassati sul lato del traghetto inclinato verso l’acqua.

L’operazione di salvataggio da parte della guardia costiera ha impegnato circa 160 soccorritori, 34 navi, 18 elicotteri e aerei di ricognizione. Le immagini diffuse dalla tv sudcoreana hanno mostrato il traghetto completamente piegato su un fianco, prima di affondare.

Uno dei passeggeri a bordo, via telefono cellulare, ha raccontato che i superstiti si tenevano aggrappati come potevano alle suppellettili della nave per non finire in mare. Altri passeggeri,  con i  giubbotti di salvataggio, si sono  gettati in acqua con una temperatura di 12 gradi.

Gran parte dei passeggeri era costituita dagli studenti delle scuole superiori diretti all’isola di Jeju per una gita scolastica. Il segnale di soccorso è stato lanciato intorno alle 8:58 locali (l’1:58 in Italia), nelle acque a 20 km al largo dell’isola di Byungpoong. La nave collegava regolarmente il porto di Incheon all’isola di Jeju. Un simile disastro al largo della Corea del Sud era già accaduto nel 1993, quando morirono 292 persone.

da repubblica.it

Rispondi