Un Astice blu pescato sulla Old Orchard Beach a Scarborough, a sud di Portland

astice bluPESCATO UN RARISSIMO ESEMPLARE DI ASTICE BLU:
NE NASCE UNO OGNI DUE MILIONI

PORTLAND – Un rarissimo difetto genetico rende queste creature di colore blu. E a guardarle se ne rimane affascinati.
sto esemplare di astice blu, ribattezzato ‘Skyler’ e pescato sulla Old Orchard Beach a Scarborough, a sud di Portland (Stati Uniti) non finirà in pentola, ma in un acquario: ne nasce uno ogni due milioni ed è destinato a diventare una vera e propria ‘attrattiva’.

A pescarlo è stato Jay LaPlante, un uomo che lavora nella piccola azienda ittica di famiglia insieme a sua figlia di 14 anni.

di Simone Nocentini da leggo.it

Coppa America, Oracle e i cinque sfidanti Team France, Luna Rossa, Artemis, TNZ e Ben Ainslie

coppa america luna rossa new zealandCoppa America, Oracle riconosce cinque sfidanti
Oggi il via libera a Team France, Luna Rossa, Artemis, TNZ e Ben Ainslie

E allora, salvo sorprese, saranno cinque gli sfidanti della prossima Coppa America. La comunicazione dell’avvenuto ok da parte del Golden Gate Yacht Club, il club del defender Oracle, sono state diffuse direttamente dai team.

Ecco che cosa dicono tutti gli skipper.

Iain Percy, Artemis Racing: “Siamo non solo in questa competizione per vincere la 35 ° Coppa America, ma per dominare l’arena della Coppa America per il prossimo decennio. Sono anche sicuro che Artemis Racing è qualcosa di più che semplicemente un team vincente: si tratta di generare una realtà che resti un’eredità per il futuro “.

Ben Ainslie, Ben Ainslie Racing: “Siamo lieti che la sfida del Royal Yacht Squadron Racing per la 35 ° Coppa America sia stata ufficialmente accettata. La Coppa America nasce dalla Squadron ed è il nostro obiettivo di restituire ad esso la Coppa che gli appartiene“.

Dean Barker, Emirates Team New Zealand: “La Nuova Zelanda ha una lunga e orgogliosa storia in Coppa America. Vediamo una formidabile schiera di sfidanti nella Coppa America numero 35 e non abbiamo illusioni circa il lavoro da fare. Noi, abbiamo cominciato a lavorare silenziosamente dietro le quinte per questo giorno quasi dall’ultimo giorno della 34a Coppa America. Ora però si fa sul serio “.

Max Sirena, Luna Rossa Challenge: “Questa è la quinta sfida di Luna Rossa alla Coppa America, un record storico. Non solo sottolinea l’attaccamento del nostro team alla Coppa America, ma dimostra anche la nostra determinazione a portare la Coppa in Italia. Questa edizione sarà molto competitivo e il nostro team si sta già preparando da diversi mesi per una sfida che promette di essere spettacolare ed emozionante sin dai suoi eventi preliminari, le AC World Series, che si svolgeranno il prossimo anno “.

Franck Cammas, Team France: “Siamo molto orgogliosi di essere uno sfidante per la Coppa del 35 ° America. Stiamo cominciando un cammino che sappiamo sarà molto difficile. Con Olivier de Kersauson, Michel Desjoyeaux e il nostro team, siamo determinati a rappresentare la Francia al più alto livello sia dal punto sportivo sia tecnologico“

A Londra, il 9 settembre, la presentazione delle sfide.

FABIO POZZO da lastampa.it

Morto annegato Corey co-fondatore delle secchiate gelate pro Sla Ice Bucket Challenge pro Sla

corey griffinAnnegato Corey Griffin, co-fondatore
delle secchiate gelate pro Sla
Il giovane, 27 anni, ha perso la vita dopo un tuffo in mare. Aveva inventato «Ice Bucket Challenge pro Sla» nel 2012 per aiutare un amico

Corey Griffin, co-fondatore della famosa “Ice Bucket Challenge pro Sla” (le secchiate gelate per beneficienza) è annegato in Massachusetts. Secondo fonti stampa, il giovane, 27 anni, sarebbe stato vittima di un incidente durante un tuffo nella famosa località turistica di Nantucket, a sud di Boston. Secondo la ricostruzione, intorno alle due del mattino, le otto in Italia, dopo aver lasciato una raccolta fondi per la Sla, Griffin si è diretto verso un edificio, lo Straight Wharf, e da lì si è tuffato in mare. Un nuotatore esperto ha cercato di raggiungerlo in acqua per tentare di rianimarlo, ma tutti gli sforzi sono stati vani.

Le secchiate gelate
Griffin aveva ideato “l’Ice Bucket Challenge pro Sla” nel 2012 per aiutare un amico, l’ex giocatore di baseball americano Peter Frates, che soffriva di sclerosi laterale amiotrofica e che ha reso popolare la sfida del secchio d’acqua ghiacciata su Twitter. Tra le numerose celebrità che hanno aderito alla sfida, diventata un fenomeno mondiale grazie ai social network, c’è l’ex presidente americano George W. Bush, il cantante Justin Bieber e il fondatore di Microsoft Bill Gates. In Italia, è stato “nominato” anche il premier Matteo Renzi da Fiorello. Finora l’associazione ha raccolto 41,5 milioni di dollari, corrispondenti a poco più di 31 milioni di euro.

da corriere.it