Categorie
Tanzania

L’aereo si guasta prima del decollo: 180 italiani bloccati a Zanzibar Senz’acqua, senza assistenza, in condizioni disumane, e senza informazioni sul prossimo decollo della Meridiana

Meridiana_Fly_nataleL’aereo si guasta prima del decollo: 180 italiani bloccati a Zanzibar
Dovevano rientrare ieri a Bologna, ma a causa di problemi tecnici il volo è stato annullato. Una seconda partenza annunciata nella notte è stata cancellata per lo stesso motivo. La rabbia dei viaggiatori, tra cui anche bambini e anziani: “Senz’acqua, senza assistenza e in condizioni disumane”. La Meridiana: siamo andati a prenderli, sono ripartiti

ROMA – Il rientro a casa era previsto per ieri, domenica 16 marzo. Ma un guasto tecnico all’aereo con cui avrebbero dovuto atterrare a Bologna, dopo uno scalo a Marsa Alam in Egitto, ha causato la cancellazione del volo. Centottanta passeggeri, perlopiù italiani, sono rimasti bloccati a Zanzibar per oltre 24 ore: “Senz’acqua, senza assistenza, in condizioni disumane, e senza informazioni sul prossimo decollo”, lamenta Valentina Pozzato, una delle viaggiatrici che stamani era ancora in attesa del rimpatrio. Tra di loro, anche bambini e anziani.

Il decollo dell’Airbus A320 della Meridiana, previsto inizialmente per le 8 di ieri mattina, è stato immediatamente annullato per problemi tecnici. Il tour operator che ha venduto i biglietti è ‘Phone&Go’.

“Siamo bloccati nell’aeroporto senza aria condizionata con il sole che batte – ha raccontato stamattina la Pozzato – non ci stanno fornendo assistenza nonostante ci siano bambini piccoli con dissenteria e persone anziane. È stato mandato un secondo aereo a prenderci ma ha lo stesso problema di quello con cui dovevamo partire ieri. Con 40 gradi non ci è stata data nemmeno una bottiglietta di acqua”.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, il gruppo – che ha contattato Farnesina e consolato – è stato smistato e trasferito in alcuni hotel della zona per trascorrere la notte. Senza bagaglio, che è rimasto bloccato in aeroporto. Ai passeggeri viene annunciata una seconda partenza fissata per le 3.30 del mattino. Giunti in aeroporto, anche questo secondo velivolo viene bloccato a causa di un guasto tecnico.

Interpellata, la Meridiana ha rassicurato: “Dalla
scorsa notte ci siamo attivati per fornire l’assistenza ai passeggeri secondo gli standard della nostra compagnia. Il nostro primo obiettivo è tutelarli”. Ma il ritorno a casa? “Le operazioni sono in corso, la nostra sala operativa brulica di adrenalina”. Un volo charter è partito appositamente per atterrare sull’isola africana e recuperare i passeggeri bloccati: dopo oltre 24 ore di attesa, il terzo tentativo è quello andato a buon fine.

di MICHELA SCACCHIOLI da repubblica.it