Will Smith selfie davanti alla Torre di Pisa

will smith pisaWill Smith, selfie davanti alla Torre di Pisa
L’attore documenta su Facebook le sue vacanze in Italia
Prima Firenze e adesso Pisa. Will Smith documenta le sue “favolose” vacanze in Italia su Facebook postando le foto dei luoghi che visita. Come un turista qualsiasi, infatti, la star di Hollywood ha voluto condividere con i fan uno scatto davanti alla famosa Torre con un selfie. Che ha subito ricevuto ben due milioni di “mi piace”: “Selfie with the Leaning Tower of Pisa. I am Anthony Bourdain”, scrive.

Il paragone è con il cuoco e scrittore americano noto per i suoi viaggi e recensioni intorno al mondo. L’attore ha pubblicato sul social network anche uno scatto a Firenze, datato 15 luglio, con panorama della città. Smith scrive che è la prima volta che vede il capoluogo toscano: “First time in Florence, Italy. Wow!”. Una cosa è certa, la star sta facendo una bellissima pubblicità all’Italia.

tgcom.it

Pisa : industria delle vacanze e contratti di lavoro

Lavoro & turismo: il 18% dei contratti è nell’ “industria delle vacanze”
I dati dell’Osservatorio provinciale Commenti
Nella hit parade 2011 dei monumenti più visitati su tutto il territorio vince il Duomo con 938.088 accessi

Nella hit parade 2011 dei monumenti più visitati a Pisa e in tutto il territorio, il Duomo (938.088 accessi) mette in fila l’intera concorrenza; sul fronte ‘ecologico’, il comune più innervato di piste ciclabili è Peccioli (108.5 km), quello con più aree verdi procapite Lajatico (228 mq).

E, parlando di lavoro, sul totale dei contratti stipulati l’anno scorso in tutta la realtà locale, l’industria delle vacanze è valsa il 12%: quota che balza al 18% nel solo capoluogo.

Questa carrellata di dati è solo una piccola ‘finestra’, sulla massa di indicatori statistici raccolti dall’Osservatorio turistico di destinazione (Otd) della Provincia: un laboratorio permanente di monitoraggio de sistema dell’accoglienza (con punti di forza e criticità), al debutto dopo una gestazione di 3 anni.

A presentarlo, per la stessa Provincia, l’assessore Salvatore Sanzo. “Si tratta di un progetto promosso dalla Regione”, spiega: “la sperimentazione è partita nel 2009 in 50 Comuni singoli o associati (da noi, Cascina, Pontedera, Pisa e Unione Valdera), più alcune Province, tra cui, appunto, la nostra”.

Ma come funziona l’Osservatorio? Misurando una serie di parametri: trasporti, qualità della vita e del lavoro, politiche di destagionalizzazione dell’offerta; valorizzazione del patrimonio culturale, di quello ambientale e delle identità delle destinazioni; gestione delle risorse naturali (acqua in specie), dei consumi energetici, dei rifiuti. Per tutte queste voci si acquisiscono continuativamente i dati in base ai quali stabilire il livello prestazionale del tessuto turistico: un’attività che l’Otd della Provincia svolge anche in collegamento con una consulta (Panel) composta da esperti e operatori del settore, a partire dalle imprese (ricettive, commerciali, dei servizi).

A consuntivo, l’opera di analisi per l’individuazione periodica, come detto, di punti di forza o debolezza dello scenario, svolta in collaborazione con il Centro interdisciplinare comunicazione dell’Università. E in tema di ‘luci e ombre’ – oltre agli spunti offerti dall’Otd : fra essi il caro parcheggi nelle zone urbane centrali – un sasso è lanciato dallo stesso Sanzo.“Numeri alla mano, il sistema di promozione ‘globale’, per la Toscana nel suo insieme, sta rendendo meno della formula precedente, affidata ai singoli territori. Il futuro è certo nel superamento dei campanili, ma le strategie attuali vanno ripensate”.

da lanazione.it

Pisa 10 totem multimediali che costano un milione e duecentomila euro ……. sic

Turismo, alla scoperta di Pisa: 10 totem multimediali illustrano la città
I totem multimediali fanno parte del progetto Piuss, il piano è costato un milione e 200 mila euro, che il Comune ha appaltato a un pool di aziende del settore

Un nuovo progetto costato un milione e 200 mila euro nell’ambito dei progetti Piuss, che il Comune ha appaltato a un pool di aziende del settore: una decina di totem digitali collocati in altrettanti punti di Pisa forniranno informazioni multimediali e multilingue su storia e prossimità di monumenti, musei e patrimonio culturale. Dieci percorsi complessivi che aiuteranno il turista a scoprire anche gli angoli meno noti della città, ma ugualmente ricchi di storia e cultura.

I totem saranno operativi dalla prossima primavera. “L’obiettivo – ha spiegato l’assessore al turismo Giuseppe Forte – è quello di dotare la città di un’infrastruttura digitale che aggreghi e veicoli informazioni e servizi per turismo e infomobilità. E sappiamo già di alberghi e altre strutture ricettive pronte a dotarsi di un totem digitale da collocare all’interno delle proprie attività”.

“Con questo intervento – ha aggiunto il sindaco Marco Filippeschi – Pisa si trasforma da città di turisti a città turistica in senso contemporaneo, che si visita su una serie di percorsi pedonali definiti capaci anche di mandare un messaggio chiaro della nostra volontà di creare sempre di più una città che sappia valorizzare e veicolare anche corretti stili di vita”.

Gradualmente i totem saranno affiancati e integrati con una nuova toponomastica stradale che sotto i nomi di vie e piazze vedrà indicati anche i colori dei percorsi turistici, raffigurati graficamente come se fossero una metropolitana di superficie. Il pool di imprese che ha realizzato i totem avrà anche l’incarico della gestione del progetto e la manutenzione delle infrastrutture digitali per i prossimi tre anni

da pisatoday.it