Zambrone Vibo Valentia dieci arresti per una rissa tra camerieri ed animatori

zambroneDieci arresti per una rissa a Zambrone

Alle quattro del mattino, in un villaggio turistico della Costa degli Dei, per l’esattezza a Zambrone 5 animatori e 5 tra camerieri e maitre, per motivi e cause ancora da accertare ma sicuramente futili, hanno innescato e scatenato una rissa dove restano leggermente feriti 5 dei 10.

Allertata la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Tropea, sul posto si è portata la pattuglia composta dai militari della Stazione di Zungri i quali, esperite le prime attività d’indagine ed i normali approfondimenti hanno dichiarato in stato di arresto in flagranza dei reati di rissa aggravata e lesione personali: Lazzaro Cimadoro di Tropea, 30 anni; Giovanni Tomaselli, di Reggio Calabria 29 anni; Manuele Tomaselli, di Reggio Calabria classe, 24 anni; Luca Placido Grillo, di Vibo valentia classe, 24 anni; Francesco Calabria, di Tropea, 29 anni; Alessandro Oggiano, di Roma, 23 anni;Lorenzo Catello, di Roma, 22 anni;Simone Cimini, di Roma, 19 anni; Calogero Caloia, di Patti, 21 anni; Daniele Oggiano, di Roma, 32 anni.

Ad aver la peggio, fortunatamente con lievi conseguenze, sono stati: Caiola, “contusione cranica”, giudicato guaribile in giorni 4 s.c.; Catello: “contusione guancia dx con ferita escoriata interno bocca”, giudicato guaribile in giorni 5 s.c.; Cimini: “contusione emitorace dx con lieve ferita escoriata e contusione braccio e ginocchio sx”, giudicato guaribile in gg 4 s.c.; Daniele Oggiano: “ferita escoriata gomito dx e contusione avambraccio sx e gamba dx”, giudicato guaribile in gg. 4 s.c.; Alessandro Oggiano: “contusione rachide dorso-lombare con escoriazione e contusione spalla dx con escoriazione regione orbitraria estesa sx”, giudicato guaribile in gg 5 s.c.

I feriti sono stati visitati e curati dai sanitari dell’Ospedale di Tropea.

Per tutti la Procura della Repubblica di Vibo Valentia ha disposto il regime detentivo degli arresti domiciliari in attesa delle decisioni del Tribunale nel giudizio direttissimo.

da cn24tv.it

Baleari in balia di un incendio devastante

UN INCENDIO DEVASTA LE BALEARI, DISTRUTTO UN PATRIMONIO DELL’UNESCO

baleari_incendioDisastro ambientale nelle Isole Baleari. L’incendio iniziato venerdì scorso nell’isola di Maiorca, ha divorato ormai 2mila ettari di vegetazione fra cui aree naturalisticamente importantissime, e nonostante l’enorme dispiegamento di uomini e mezzi risulta in queste ore incontrollato.

Il forte vento spinge le fiamme con rapidità, e in due giorni ha percorso già oltre 20 chilometri. Oltre a distruggere boschi di pino, oliveti, zone ad arbusto e alcune pregiatissime foreste di leccio, ha obbligato anche all’evacuazione di interi centri abitati. L’ultimo in ordine di tempo è Estellencs, un paesino di montagna situato nell’interno dell’isola, che in estate si riempie di vacanzieri.

Oltre 700 persone sono state evacuate. Molte di esse si trovavano in alberghi e ostelli. In queste ore il paese è completamente vuoto, mentre le fiamme continuano ad avanzare. Estellencs, così come Andratx, già evacuato precedentemente, si trovano sulla Sierra de Tramontana, catena montuosa litoranea protetta da numerose norme di protezione ambientale, edichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Secoli di agricoltura, terrazzamenti, opere di sapiente prelievo di acqua per fini agricoli, hanno trasformato infatti il paesaggio che oggi è stato considerato paesaggio culturale di interesse mondiale dall’agenzia dell’Onu.

L’area colpita dall’incendio, pur avendo preservato molte meraviglie naturalistiche, è stata soggetta negli ultimi decenni a scempi edilizi, per far spazio al turismo di massa che nella seconda metà del ’900 si è sviluppato fortemente nell’arcipelago delle Baleari.La cementificazione ha agito come in moltissime zone d’Italia, sconvolgendo equilibri naturali e portando instabilità. Lo sfruttamento intensivo di risorse naturali ha creato altri problemi, riducendo ad esempio le riserve idriche. Uno dei centri colpiti dall’incendio, Andratx, è stato inoltre l’epicentro di uno dei più noti casi di corruzione legato all’edilizia in Spagna.

da leggo.it

Rapina a mano armata al Carlton hotel di Cannes : rubati gioielli per un valore di 40 milioni di euro

Cannes, mega rapina di gioielli sulla Croisette
Alla mostra di gioielleria al Carlton hotel, un uomo armato si impossessa di una custodia con preziosi per un valore di 40 milioni

carlton_hotel_cannes_rapinaGioielli per un valore stimato in 40 milioni di euro sono stati asportati nel corso di una rapina a mano armata al Carlton hotel di Cannes, in Francia. E’ successo poco prima di mezzogiorno.

Un individuo si è impossessato di una custodia con i preziosi che erano esposti ad una mostra allestita nell’albego. Lo hanno riferito fonti vicine all’inchiesta.

La direzione dell’hotel Carlton ha preferito non rilasciare dichiarazioni. L’indagine è condotta dalla polizia giudiziaria di Nizza.  A maggio, all’ultimo festival di Cannes, gioielli della casa Chopard erano stati rubati dalla cassaforte dell’hotel Novotel. Il valore del bottino era di 1,4 milioni di dollari.

da tgcom