Categorie
Croazia irlanda del nord Islanda Malta

I veri luoghi del Trono di Spade Irlanda del Nord Islanda Croazia Malta

trono-di-spade-croazia dubrovnik 2I luoghi (reali) di Trono di Spade
A pochi giorni dall’arrivo della quarta stagione, ecco le location più usate dagli sceneggiatori. E tutti i consigli per partire per l’avventura

Epica e saghe familiari, sangue e magia, passione. Nel 2011 la prima puntata di Game of Thrones, Trono di Spade, è stata seguita da tre milioni di spettatori dell’emittente americana HBO. L’ultima, trasmessa dallo stesso canale lo scorso giugno, ha visto la cifra quasi raddoppiata. Perché oltre ad essere una delle serie più seguite, piratate e premiate (10 Emmy Award su 40 nomination) di tutti i tempi, la saga ispirata ai racconti di George R. R. Martin riunisce fan da mezzo mondo (incluso il presidente Obama).

Il debutto della quarta stagione è previsto per il 6 aprile – il 9 in Italia su Sky Atlantis in versione originale con sottotitoli in italiano e dal 18 con la versione doppiata. Si torna quindi a viaggiare tra le immagini di Approdo del Re, da Winterfell a Qarth. Fantasia del piccolo schermo, che riunisce la suggestione concreta di luoghi reali, potenti e magnetici quanto veri. Per gli esperti della saga, posti degni di un viaggio a tema, dall’Irlanda a Malta, dalla Croazia al Marocco alla Scozia e all’Islanda. Ecco i tour pensati apposta per vivere l’epopea.

Irlanda del Nord
La protagonista indiscussa di scenari solenni, scogliere selvagge e castelli imponenti è l’Irlanda del Nord, che ha saputo sfruttare con attenzione i suoi tesori di valore storico e cinematografico (qui il sto dedicato). È possibile organizzare un tour da sé, magari self drive, con il prezioso aiuto dell’Ente del Turismo, che ha raccolto tutti le location principali. Oppure muoversi con un viaggio in pullman organizzato dalla McComb’s Coach, la stessa compagna che durante le riprese ha messo a disposizione del cast i mezzi di trasporto. Il loro itinerario (di un giorno, da 35 sterline parte da Belfast e attraversa la verdissima costa della contea di Antrim, fino a raggiungere alla cittadina di Ballycastle, paese natio di Lady Catelyn Stark e di Varys. Qui è d’obbligo fermarsi nelle antiche Cushendun usate per numerose scene: qui Melisandre partorisce un demone nel secondo episodio della prima serie, intitolato The Kingsroad. Quasi magico, eppure così reale, il passaggio nell’area di The Dark Hedges, un tunnel fatto di alberi intrecciati, usato nella famosa sequenza del viaggio che Arya compie verso Grande Inverno vestita da ragazzo. Si passerà ovviamente per la vicina Ballintoy, oltre le grandi mura di Pyke, terra natia di Theon Greyjoy. E poi Downhill Strand, ovvero Dragonstone, nelle sequenze dell’incendio dei Sette Regni di Westeros, per ordine di Renly Baratheon.

Molte altre le tappe da toccare da soli, in questa terra così impervia e seducente. A sud ecco il Tollymore Forest Park, nelle Mourne Mountains, ghiacciata nelle esigenze del grande schermo, nonché luogo in cui gli Stark trovano i meta lupo. Ecco anche le rovine del castello di Shane, andato nella realtà quasi completamente distrutto da un incendio nel 1816 e usato come ambientazione per il torneo in onore di Eddard Stark. La Storia nella realtà ha visto battaglie campali e regali aspirazioni prendere forma proprio di fronte al Castello di Ward, nella Contea di Down, dove sono stati ambientati i cortili e gli esterni della fortezza di Grande Inverno. E Gosford Castle, nella contea di Armagh, che ha ricevuto una seconda vita come fortezza dei Tully. Un’opportunità, infine, è quella di un tour autoguidato che porta alla scoperta delle splendide location lungo la Causeway Coast e i Glens, tra sabbie dorate e lucenti dune, da visitare in tre o due giorni, oppure in giornata.

Islanda
Altra meta molto amata e molto presente nella serie è l’Islanda, che nel 2013 ha riportato un incremento del 40% delle visite internazionali, grazie al “Game od Thrones efffect”. Qui troviamo la Barriera, l’enorme muro di ghiaccio che separa il mondo degli uomini dalle ostili terre del Nord: è il ghiacciaio di Vatnajokull. Mentre le avventure di Jon Snow con i Bruti avvengono lungo il lago Mývatn, tra le cui sorgenti avviene il caldo incontro tra Lord Snow e Ygritte. Secondo le indiscrezioni il Thingvellir National Park, già sfondo di molteplici scene, è molto stato usato per i meravigliosi paesaggi di Westeros nella quarta serie. Un percorso alla scoperta dei luoghi Islandesi della serie è proposto da IcelandTravel da 480 euro per 5 giorni, voli esclusi

Croazia
Si uniscono invece due location, Islanda e Croazia, nel tour dell’operatore Black Tomato da 6500 euro per nove notti. Nel secondo passaggio è Dubrovnik la tappa da cui partire, ovvero Approdo del Re. Dove lo sguardo si apre sulla baia delle Acque Nere, sede di sanguinose battaglie, in particolare quella mossa da Stannis Baratheon contro Re Joffrey. È invece il Forte di Lovrjenac a vestire il ruolo della Fortezza Rossa, protagonista dei dialoghi fra Lord Tyrion Lannister e Ser Bronn. Scenografica la Torre di Minceta, dove Daenerys si reca a cercare i suoi draghi, rubati dal mago Pyat Pree. Si prosegue verso l’isola di Lokrum è stata usata per ricreare Qarth (protagonista reale, il monastero benedettino).

Malta
Altra meta imperdibile per un breve tour sui luoghi del film è Malta, che mette a disposizione dei pacchetti di pochi giorni, perfetti per una visita mirata nei luoghi che hanno fatto da sfondo alle grande saga (ad esempio, volo + hotel per tre giorni da 197 euro a persona). Iniziale location di Approdo del Re (nella realtà, Fort Ricasoli) prima che questo “si spostasse” in Croazia, Malta ha ospitato molte scene, in particolare alla Mdina. Malta è il set scelto per girare la storia di Daenerys, tra le location più riconoscibili ci sono sicuramente Palazzo Verdala e il suo matrimonio con Kahl Drogo è stato girato sull’Isola di Gozo, a Dwejra.

Vicini, suggestivi, indimenticabili. È arrivato il momento di esplorare i luoghi de Il Trono di Spade

da corriere.it

Categorie
isole Malta ultime notizie vacanze

Malta vacanze studio per imparare l’Inglese

Vacanze studio a Malta – Imparare Inglese e Vacanze studio a Malta

malta_vacanze_studioL’importanza delle Vacanze studio è ben nota a tutti.  Questa stessa è, infatti, un’esperienza che aiuta a crescere, a confrontarsi con una realtà diversa, approfondire e conoscere altri aspetti di sé e degli altri, fare nuove amicizie. Si acquisisce forza, consapevolezza e determinazione, ma soprattutto si può imparare e perfezionare un’altra lingua.

Per la maggior parte degli adolescenti, la vacanza studio, può costituire la prima esperienza di viaggio senza essere accompagnati dai propri genitori, ciò implica una crescita in termini di responsabilità e auto-gestione, fattori, che poi, determineranno scelte future più consapevoli.

La vacanza studio è un percorso di formazione rivolto a tutte le età, sicuramente l’adolescenza rappresenta l’età migliore. Il periodo adolescenziale è una fase preparatoria al diventare adulti, costituisce un banco di prova e una pietra su cui si baserà il nostro futuro. Per questo in questa età e non solo, una scelta vincente è la vacanza studio. Una piccola e accogliente isola offre la possibilità di formarsi, di crescere senza allontanarsi troppo da casa, l’isola di cui stiamo parlando è Malta.

Vacanze studio a Malta per imparare l’inglese. L’isola di Malta, ubicata nel Mediterraneo tra la Sicilia e l’Africa del Nord, è uno degli Stati più piccoli e densamente popolati al mondo. Bagnata da un mare cristallino, caratterizzata da un clima mite offre una duplice opportunità: di imparare l’inglese con una vacanza studio e di praticarlo, perché da più di cinquant’anni l’inglese è lingua ufficiale del paese. Si può unire poi alla propria formazione il piacere di poter visitare spiagge che si perdono a vista d’occhio.

Malta è un’isola unica nel suo genere, dove la realtà inglese si incontra con la cordialità e l’ospitalità mediterranea. Nonostante le sue limitate dimensioni, Malta ha una lunga tradizione. Numerosi, infatti, sono i musei da visitare, da non perdere: il Ghar Dalam, una grotta preistorica adibita a museo, la Domus Romana, un museo di una villa romana e l’unico Palazzo dell’Inquisitore rimasto nel mondo che risale al periodo medioevale. Valletta, la capitale di Malta, è come se fosse un museo di più grandi proporzioni, non a caso, è stata indicata come Città Europea della Cultura per il 2018. Valletta è stata definita “Città di gentiluomini per gentiluomini” edificata infatti dai Cavalieri di Malta. La città possiede numerosi edifici di importanza storica: la cattedrale di San Giovanni, il Palazzo del Grande Maestro e il forte di Sant’Elmo, per la presenza degli stessi l’UNESCO ha conferito il prestigioso titolo di patrimonio dell’umanità.

Vacanze studio a Malta, dove Imparare l’inglese a Malta. Sono presenti diverse scuole di formazione, una delle più rinomate è Maltalingua ubicata in St Julian’s, tra i posti più belli dell’isola. La scuola domina l’affascinante baia di St. Julian’s ricca di luoghi di svago e centro della vita notturna maltese.

La scuola offre un’ampia offerta formativa oltre i corsi standard, corsi privati, commerciali e lezioni private aggiuntive. Le lezioni si svolgono in aule formate da un numero variabile di studenti: da 8 studenti per i corsi di Inglese Commerciale ad un massimo di 12 per i corsi di Inglese Standard, Inglese Intensivo e per l’esame IELTS. Il numero di studenti per aule è limitato; una scelta vincente per poter seguire al meglio gli studenti. La scuola permette diversi tipi di alloggi a seconda delle esigenze dello studente: dagli appartamenti condivisi alle più accoglienti case famiglie ad hotel da 3 a 5, non lontani dalla scuola.

Le attività extrascolastiche volte ad imparare l’inglese a Malta che offre la Scuola di Lingua Inglese Maltalingua sono molteplici: visite culturali,serate e diverse attività sportive tra cui il golf e lo snorkeling. Queste stesse attività offerte durante il tempo libero hanno lo scopo di arricchire le proprie abilità linguistiche. Sono, infatti, servizi proposti dagli stessi insegnanti che incoraggiano gli studenti a parlare e imparare l’inglese a Malta in ogni situazione, sia all’interno che all’esterno dalla scuola.

da controcampus.it

Categorie
Malta

La Pasqua a Malta

Pasqua a Malta
Una processione pasquale a Malta

Voglia di uno scorcio d’estate, siete alla ricerca di una meta per passare il lungo ponte di Pasqua? Vi serve una destinazione non troppo lontana, che offra un clima più mite, prezzi accessibili, alberghi dotati di tutti i comfort e alla portata di tutte le tasche…allora state pensando a Malta!

La storia di questa isola è stata segnata dalle civiltà più diverse, dai Fenici ai Normanni passando per i Cavalieri di San Giovanni fino agli inglesi, un passaggio tra Europa e Africa, un mix di sapori e colori unici. Malta è la meta ideale per trascorrervi un lungo week end grazie anche ai numerosi collegamenti dai maggiori aereoprti italiani con compagnie aeree nazionali e low cost. Le ridotte dimensioni di quest’isola, è attraversabile completamente in 45 minuti da nord a sud, permettono anche con un breve soggiorno una visita quasi completa, senza rinunciare a momenti di relax nelle sue belle spiagge o a farsi coccolare in uno dei numerosi centri benessere presenti negli hotel. L’itinerario ideale non può non toccare Mdina, l’antica capitale, situata a 190 metri di altezza, racchiude il passato e la storia di questa isola. La città ha mantenuto il tessuto medievale completamente intatto e camminare tra questi vicoli è come fare un salto nel passato, non a caso è utilizzata spesso come location per produzioni cinematografiche. Per vivere uno scorcio di vita locale e fare ottimi acquisti, il sabato e la domenica mattina fatevi portare a Marsaxlokk. Il suo nome significa “porto di scirocco” ed è il porto peschereggio più attivo dell’isola, al mercato potrete acquistare pesce freschissimo, frutta e tante spezie. Tratto caratteristico di questa baia sono le “luzzi” le barche dei pescatori, tutte colorate e contrassegnate sulla prua da un paio d’occhi verdi o azzurri, gli occhi di Osiride, decorazioni beneaugurali che si trovavano già sulle barche di greci e fenici. La piazza inoltre è piena di ottimi ristoranti dove gustare il pesce fresco o uno dei piatti tipici, il coniglio fritto con un intigolo d’aglio. E già che siete qua e il tempo è bello non perdete la visita alla Blue Grotto, un’ansa segnata dal grande arco naturale di roccia calcarea chiara che segna la grotta. Durante la vostra permanenza a Malta non può mancare una giornata a Valletta la capitale, oggi patrimonio dell’umanità protetto dall’Unesco. Qui non perdetevi la visita alla Co-Cattedrale di San Giovanni, che ospita la “Decollazione di San Giovanni” il capolavoro del Caravaggio. A pochi passi si trovano i giardini di Upper Barrakka, una volta denominati il “belvedere d’Italia” perchè erano utilizzati dai Cavallieri italiani come campo giochi e parco divertimento. Dai giardini si gode di uno stupendo panorama delle Tre Città, altra immancabile tappa. Vittoriosa, Senglea e Cospicua possono essere considerate la culla della civiltà di questo popolo. Ma Malta non è solo storia, l’isola ospita durante tutto l’anno numerosi eventi musicali internazionali e la zona più vibrante è la Baia di San Giorgio, ricca di localini e discoteche è il punto d’incontro dei giovani maltesi.

Il vostro soggiorno a Malta deve essere anche l’occasione per rilassarvi, e allora al ritorno in hotel prenotate un bel massaggio rigenerante o immergetevi in piscina. Gli alberghi di Malta sono caratterizzati da prezzi accessibili e molti comprendono al loro interno centri benessere e Spa di primo livello, l’occasione migliore per rigenerare il corpo dopo un freddo inverno e ricaricare le energie per un ritorno a casa più ricchi di esperienze e con la voglia di tornare presto.

Eleonora Galli da quotidiano.net