Categorie
Lombardia montagna ultime notizie

Valtellina morti quattro alpinisti incidente sul monte Disgrazia in Val Masino in cordata sulla Direttissima della parete Sud

OLYMPUS DIGITAL CAMERAValtellina, incidente sul monte Disgrazia: morti quattro alpinisti
Erano impegnati in cordata sulla Direttissima della parete Sud. Sono precipitati in un canalone. In azione il Soccorso alpino. Impossibile per ora l’intervento dell’elisoccorso per le avverse condizioni meteo. Del gruppo facevano parte anche altre due persone che però hanno desistito dal procedere

Grave incidente su una delle vette principali della Valtellina. Quattro alpinisti sono morti in Val Masino, in provincia di Sondrio: lo rende noto l’Azienda regionale emergenza urgenza. I quattro scalatori erano impegnati in cordata sulla Direttissima della parete Sud, una scalata impegnativa attraverso un itinerario meno praticato di altri della vetta valtellinese. Tutti e quattro sono precipitati in un canalone.

Una fitta nebbia, pioggia gelata e neve stanno ostacolando i soccorsi dei volontari del Soccorso alpino della VII delegazione della Valtellina e Valchiavenna e dai militari del Sagf della Guardia di Finanza che hanno raggiunto il luogo della disgrazia.

L’allarme è stato dato alle 10.30, ma è impossibile per ora l’intervento dell’elisoccorso, che pure è sul posto, per le avverse condizioni meteo. I quattro escursionisti facevano parte di un gruppo di sei persone. Due di queste (un uomo ed una donna) hanno desistito dal procedere, mentre i quattro hanno continuato la scalata e sono poi precipitati in un crepaccio.

da repubblica.it

Categorie
Lombardia manifestazioni

Il Memorial Stoppani 2014 domenica 31 agosto programma Lovere

memorial  StoppaniAssi del volo e parà a Lovere
Torna il Memorial Stoppani

La magia del volo abbinata a doti e abilità davvero fuori dal comune. Sono questi gli ingredienti su cui da 12 anni si fonda il Memorial Mario Stoppani, esercitazione di Protezione civile e raduno aereo in memoria del pluridecorato aviatore loverese.

Domani sarà di nuovo il suo ricordo a richiamare a Lovere centinaia di appassionati che si assieperanno sul lungolago per assistere alle evoluzioni in cielo di piloti e pattuglie acrobatiche.

Il sito internet www.mariostoppani.it ha avuto in anno oltre tremila accessi e offre spunti di approfondimento per tutti gli appassionati.

Questo il programma: alle 9,30 da piazzale Marconi partirà il corteo delle autorità che deporrà una corona sul lungolago Stoppani e arriverà poi al piazzale Marinai d’Italia per i discorsi ufficiali accompagnato dalla banda cittadina loverese. Alle 10,15 sono previsti i primi passaggi di aerei ed elicotteri in saluto ai partecipanti. Tra le novità di quest’anno, sempre in mattinata, ci saranno i voli dimostrativi di droni radiocomandati a cura di Mesodrone e Vistaerea Lovere e poi i lanci di paracadutisti a cura dell’Associazione nazionale paracadutisti d’Italia con le sezioni Valle Seriana, Brescia, Val Cavallina, Lago d’Idro, Vallecamonica. Alle 15, via alle evoluzioni dei piloti: aprirà le danze nel cielo Graziano Mazzolari poi toccherà a due attesissime pattuglie acrobatiche: Quei bravi ragazzi team e Blue Circe, composta quest’ultima da ex ufficiali dell’aeronautica. «Tre di loro hanno 70 anni – sorride Caroli –, ma hanno la grinta necessaria a stupire e incantare il pubblico. Assolutamente da non perdere. Chiuderà il programma un ospite fisso del memorial Stoppani, quel Francesco Fornabaio, star internazionale che nei cieli dell’Alto Sebino domani volerà con un Breitling Xtreme 3000, aereo particolarmente potente e performante.

Dalle 12 alle 15 e dalle 16.30 in poi sarà possibile effettuare voli turistici con idrovolanti ed elicottero con partenza rispettivamente da piazzale Marinai d’Italia e piazzale lido, nel porto di Cornasola. Informazioni presso lo Iat di Lovere al numero 035.962178.

da lastampa.it

Categorie
Italia Lombardia società

Varese Bar Loca Ubriaca e i clienti in piazza con la sedia da casa

Varese bar Loca Ubriaca sedie da casa flash mob 01Una protesta a metà tra il flashmob e l’aperitivo. Per chiamare a raccolta i clienti e tentare di ribaltare una decisione che considerano ingiusta: è l’idea venuta al titolare e ai dipendenti del bar Loca Ubriaca, uno dei punti nevralgici della movida nel centro di Varese. Una sentenza del Tar ha imposto che i tavolini all’aperto del locale, in piazza Carducci, vengano ritirati perché occupano lo spazio di fronte alla farmacia attigua al locale, impedendo al farmacista di “effettuare eventuali esposizioni a fini commerciali”. Secondo i giudici, inoltre, gli ombrelloni del bar nasconderebbero alla vista di potenziali clienti l’insegna della farmacia. Così il Comune di Varese, a cui il titolare della farmacia aveva fatto causa sostenendo di essere danneggiato dal bar, ha ritirato l’autorizzazione all’occupazione del suolo pubblico concessa in precedenza a Loca Ubriaca. I tavoli sono stati rimossi, ma lo staff del locale, molto amato soprattutto dai giovani, ha lanciato un appello su Facebook chiedendo alla clientela di presentarsi portando le sedie da casa e di consumare comunque l’aperitivo all’aperto. E l’iniziativa “Rivogliamo i nostri tavoli” ha ottenuto un’adesione entusiastica da parte dei varesini

(testo di Lucia Landoni, foto Varese Press) da kataweb.it