Categorie
Dolomiti montagna ultime notizie

Passo Fedaia a fuoco la seggiovia della Marmolada

La seggiovia della Marmolada distrutta da un rogo nella notte: giallo sulle cause
L’incendio si è sviluppato dalla stazione di partenza di Passo Fedaia durante una fitta nevicata, bruciati due gatti delle nevi

Un violento incendio alla stazione di partenza della seggiovia al Passo Fedaia, verso punta Serauta, ha messo a dura prova la macchina dei soccorsi provocando danni per milioni di euro. Le fiamme si sono sviluppate nel posto più sfavorevole, allo scollinamento del valico verso il Trentino e nel momento peggiore, ovvero nel pieno della prima fitta nevicata di stagione.

I vigili del fuoco hanno subito risposto alla chiamata in massa, la loro esperienza ha avuto il sopravvento anche sulle avverse condizioni atmosferiche e hanno evitato che l’incendio portasse a conseguenze ancora peggiori, non solo alla struttura divorata dalle fiamme – scoppiate per cause che sono al vaglio delle forze dell’ordine – ma anche al vicino rifugio Passo Fedaia, importante punto di riferimento turistico del comprensorio della Marmolada.

Erano le 20.53 di sabato quando è suonato il centralino del 115, da Canazei sono saliti i vigili del fuoco volontari agevolati da un manto stradale meno interessato dalle nevicate: dall’Agordino i volontari sono partiti da Caprile di Alleghe, Colle S. Lucia, Agordo e si sono fatti trovare pronti per collaborare nel migliore dei modi con gli uomini permanenti dei distaccamenti di Agordo e Belluno.

All’arrivo dei pompieri le fiamme interessavano tutta la parte superiore dell’edificio, una volta domate la zona è stata messa in sicurezza ed è iniziata la prima conta dei danni: piano rialzato completamente distrutto, piano seminterrato adibito a parcheggio dei gatti delle nevi danneggiato per le infiltrazioni d’acqua, fune della seggiovia verso la Marmolada tranciata a seguito del calore sprigionatosi dall’incendio e distrutti due gatti della neve.

La fitta nevicata non ha certo agevolato le operazioni di spegnimento, piuttosto ha causato una serie di inconvenienti anche alle squadre di Veneto Strade responsabili per la viabilità e dell’Enel intervenute per la sospensione di energia elettrica alla cabina di trasformazione coinvolta nell’incendio. I vigili, dotati di maschere collegate a bombole di ossigeno, hanno terminato l’intervento solo poco prima delle 3 di notte. Il danno totale supererebbe i due milioni di euro.

da gazzettino.it

Categorie
Dolomiti montagna ultime notizie

Marmolada : polemiche per il nuovo impianto di risalita sulla “Regina”

Funivia sulla Marmolada: è polemica
Nuovo impianto di risalita sulla “Regina”
Via libera del comune di Canazei ma esplode la rabbia degli amministratori in val Pettorina: «Lesivo per il turismo locale»

di Dario Fontanive

Scalda gli animi, in val Pettorina, l’intenzione del Comune di Canazei di realizzare un nuovo collegamento funiviario in Marmolada. Animi che si scaldano ancor di più ora che la Regina delle Dolomiti è candidata a diventare “patrimonio dell’umanità”.

Nella seduta consiliare del marzo scorso, in considerazione della necessità di rilancio dal punto di vista turistico ed economico della zona del lago Fedaia, era stato approvato uno studio preliminare di fattibilità per un collegamento funiviario dal lago Fedaia a Punta Rocca. Si tratterebbe solo di un progetto di “prova” per verificare la possibilità di salire gradualmente, lungo il versante trentino, alla cima della Marmolada.

Il collegamento funiviario sarebbe integrato con un percorso naturalistico nei pressi di “Col de Bousc” e un sito storico culturale relativo alla grande guerra nella zona del “Sasso delle Dodici”, per poi terminare nei pressi della stazione funiviaria già esistente che accoglie l’impianto che sale da Malga Ciapela. Un progetto improntato a produrre, secondo Canazei, un ampio piano di sviluppo e di valorizzazione della Marmolada. Ancora in stato embrionale, avrebbe come scopo principale quello di collegare attraverso impianti funiviari i versanti veneto-trentino della Marmolada.

E qui ovviamente subentrano le scuole di pensiero, una delle quali vedrebbe più favorevolmente un collegamento diretto tra i due comprensori sciistici già esistenti, ovvero quello della Marmolada con quello del Padon, che con il nuovo ipotetico collegamento tra funivie potrebbe avere qualche contraccolpo. In questo senso trapela la notizia che tra gli impiantisti trentini e bellunesi, coinvolti nell’argomento, ci sono già dei contatti.

Sull’ipotesi di realizzazione del nuovo impianto, che ricordiamo è solo al primo gradino costituito dallo studio preliminare di fattibilità, era stato chiamato a dare il proprio pronunciamento anche il consiglio comunale di Rocca Pietore, ma il punto all’ordine del giorno, nell’ultima seduta, era stato poi ritirato. Un atteggiamento cautelativo da parte di Rocca Pietore per capire meglio lo sviluppo di alcune situazioni tra le quali le posizioni che emergeranno nei vari incontri tra gli impiantisti dell’uno e dell’altro versante.

da GAZZETTINO.IT

Categorie
Alto Adige Dolomiti montagna Trentino turismo ultime notizie vacanze

Gioco a premi di Alto Adige/Südtirol per vincere le Dolomiti

Vacanze Invero 2012, Alto Adige Südtirol: un quiz per vincere le Dolomiti

Mirko Cafaro

Amate da alpinisti, celebrate da ogni appassionato di trekking e biking, come da fotografi e da curiosi di tutto il mondo, le Dolomiti diventano il tema di un curioso e divertente gioco a premi di Alto Adige/Südtirol. Fino al 31 dicembre sarà possibile dimostrare la propria conoscenza delle Dolomiti attraverso il mini sito quizdolomiti.it ricco di video e immagini spettacolari.

Come in una vera scalata, ci vuole pazienza e perseveranza: quattro sono le tappe da superare per raggiungere la vetta come quattro sono le sezioni di domande de Il Quiz delle Dolomiti da affrontare, dalle “Attività & scalatori”, alle “Leggende & Stregoni”, fino a “Miracoli della natura & Coralli” e “Cultura montana & Ladini”.

Al superamento di ogni tappa corrisponde la possibilità di vincere un premio VAUDE – set da picnic (1 tappa), giacche outdoor (2 tappe), zaino (3 tappe),- per poi partecipare all’estrazione finale, alla conclusione di tutte 4 le tappe, di una vacanza alla scoperta delle Dolomiti per 5 persone. Le vacanza, da vivere in compagnia di 4 amici, prevede 5 notti in albergo, una cena di gala nel Ristorante 2 stelle Michelin “Hubertus” in Alta Badia, un’esperienza di volo in parapendio, la scalata di una vetta dolomitica e due escursioni guidate, sempre affiancati da guide esperte e certificate Arc Alpin.

Sarà possibile condividere i risultati di ogni tappa su Facebook, guadagnando così punti bonus. I premi di tappa saranno assegnati ad estrazione a chi si registrerà per partecipare al concorso al termine di 1, 2 o 3 tappe, mentre la vacanza nelle Dolomiti sarà assegnata ad estrazione tra tutti i partecipanti registrati nel libro di vetta che avranno superato con successo tutte le 4 tappe, totalizzando almeno 440 punti.

da TEMPOLIBERO.BLOGOSFERE.IT