Civitavecchia tromba d’aria la Costa Serena contro il molo

costa serena contro molo civitavecchiaNave da crociera contro il molo di Civitavecchia. A Civitavecchia invece un forte rumore ha scosso il sonno dei crocieristi della Costa Serena, imbarcazione di Costa Crociere, di prima mattina. La nave stava attraccando nel porto intorno alle 8.30 quando, a causa di una tromba d’aria, ha urtato il molo: grande spavento ma nessun ferito tra i crocieristi costretti però a uno stop improvviso della vacanza. La nave, partita ieri da Savona, doveva ripartire stasera per Napoli per poi toccare Palma De Mallorca, Barcellona, Marsiglia e ritornare a Savona il 7 settembre. Invece il fuoriprogramma ha costretto a uno stop più lungo con i tecnici al lavoro per riparare il danno. “In circostanze del tutto imprevedibili, venti forti e improvvisi, con raffiche e vortici a velocità superiore a 55 nodi – si legge nella nota -, hanno spinto la nave sulla banchina, causando un danno ad un portellone situato al di sopra della linea di galleggiamento. La sicurezza degli ospiti e dell’equipaggio non è mai stata messa a rischio, e non c’è stato alcun ferito”. I lavori dei tecnici di Costa Crociere – si legge ancora nella nota dell’azienda – dovrebbero concludersi entro la serata di domani, facendo slittare così la ripartenza della crociera alle 20 di domani. Lo scalo di Napoli sarà però cancellato. “Costa Serena – continua il comunicato – farà rotta verso Palma di Maiorca”. Il servizio clienti sta ora organizzando il transfer dei crocieristi che avrebbero dovuto raggiungere il capoluogo partenopeo. “Purtroppo, sempre a causa del cambio di itinerario, non sarà possibile effettuare escursioni a Napoli, che verranno rimborsate agli ospiti – conclude Costa Crociere -. In aggiunta, per scusarsi dell’inconveniente, Costa offrirà a tutti gli ospiti un’escursione gratuita nella giornata di domani (a Roma o Tarquinia), più 50 euro di credito a cabina da utilizzare per le spese di bordo”.

da repubblica.it
 

Quantum of Seas nave da crociera della Royal Caribbean

Quantum of Seas Royal Caribbean 16Barman robot e schermi interattivi: la crociera diventa hi-tech
Dal robot che prepara i mojitos al braccialetto elettronico per avere qualsiasi confort a portata di mano. Così la Royal Caribbean promette di coccolare i passeggeri della Quantum of Seas, il gigante dei mari che prenderà il largo a novembre dal porto di New York. E’ la nuova ammiraglia della Classe Quantum che punta tutto su design e innovazione, per offrire una crociera fuori dagli standard con ponti e ambienti super tecnologici, dalla cabina alla sala da ballo, pensati per restare sempre connessi

da kataweb.it

Navi da crociera più sicure con due progetti europei una piastrina elettronica trova passeggeri e nuove progettazioni per rimanere a galla in caso di collisioni o incagli

SS_United_States_guerra_nave_crociera2Le navi da crociera saranno più sicure grazie alle piastrine elettroniche
I risultati di due ricerca finanziate dall’Unione Europea: un sistema di identificazione dei passeggeri e un altro per rendere i natanti più stabili

La prima è stata chiamata progetto triennale Lynceus, terminerà all’inizio del 2015 e dimostra di come le tecnologie senza fili a basso consumo possano aiutare a localizzare e rintracciare le persone a bordo delle navi, fornendo informazioni essenziali in caso di evacuazione, e a migliorare la ricerca e il salvataggio in mare. Il tutto si basa su piatrine elettroniche nei giubotti salvagente, ma che in altre configurazioni possono anche servire a localizzare i bambini sulle grandi navi passeggeri.  L’obiettivo è quello di rivoluzionare le attuali pratiche di gestione e di evacuazione in caso di emergenza. Grazie a questa ricerca in futuro l’evacuazione delle grandi navi passeggeri potrebbe essere ancora più facile e sicura.

“Abbiamo messo a punto delle piastrine elettroniche senza fili innovative che possono essere inserite nei giubbotti salvagente, in modo da individuare facilmente l’ubicazione delle persone a bordo della nave”, ha dichiarato il Anastasis Kounoudes, responsabile del settore tecnico e amministratore delegato di Signalgenerix, uno dei partner del progetto. “Ciò fornirà agli addetti alla sicurezza l’ubicazione esatta di ogni passeggero e membro dell’equipaggio durante una evacuazione”.

Questa tecnologia può essere utilizzata anche per monitorare la salute dei pazienti mediante l’applicazione di speciali braccialetti, o per aiutare i genitori a localizzare i figli a bordo di grandi navi da crociera che trasportano migliaia di passeggeri e membri dell’equipaggio. I ricercatori coinvolti nel progetto hanno anche sviluppato un dispositivo radar in grado di individuare l’esatta ubicazione dei passeggeri caduti in mare.

Ricercatori finanziati dall’Ue stanno inoltre contribuendo alla progettazione di navi da crociera e traghetti più stabili. Il progetto Goalds, concluso nel 2012, ha creato nuovi modelli per le grandi navi da crociera in modo da aumentarne la sicurezza in caso di collisione o di incaglio. Grazie alla nuova progettazione le navi avrebbero fino al 20 per cento in più di possibilità di superare incagli e collisioni.

da repubblica.it