Categorie
alaska scienza

Alaska test missile supersonico americano che in 30 minuti raggiunge tutto il mondo

alaska supermissile americanoALASKA, SPERIMENTAZIONE DI ARMI
Pentagono lancia missile ipersonico per un test: il razzo esplode in volo
Può colpire qualsiasi obiettivo nel mondo in 30 minuti. Raggiunta la velocità di mach 5, circa 5.800 km/h. Un test analogo nel 2011 era perfettamente riuscito
Un missile ipersonico sperimentale delle forze armate Usa è esploso in volo, appena quattro secondi dopo esser stato lanciato per un test da una base in Alaska. Lo hanno reso noto fonti del Pentagono, ricordando che un test analogo è stato compiuto anche alla fine del 2011, alle Hawaii, e tutto era andato secondo quanto previsto.

Le fonti del Pentagono hanno precisato che l’esplosione non ha provocato feriti. Il test stato compiuto nell’ambito di un programma di sviluppo di armamenti chiamato «Advanced Hypersonic Weapon», che mira a realizzare un missile in grado di colpire ovunque nel mondo nell’arco di mezz’ora (è previsto che i lanci possano avvenire anche da sommergibili). Secondo altre fonti, nel primo test il missile aveva raggiunto la velocità di mach 5, ovvero circa 5.800 km/h.

da lastampa.it

Categorie
alaska crociere turismo ultime notizie vacanze viaggi

Crociera in Alaska

Una vacanza in crociera verso l’Alaska

crociera_alaskaL’Alaska è una destinazione che offre un numero insolito di cose: andate in tour in crociera in Alaska e vivete una vacanza che non dimenticherete mai.

L’Alaska è un appuntamento con una natura incontaminata: esplorare questo paese in crociera significa essere pronti a scoprire un paesaggio naturale unico, perché solo in Alaska si trova un tale equilibrio magico di fiumi e montagne, da scoprire nelle numerose escursioni a terra. Esplorate la costa sud est dell’Alaska e i suoi bei fiordi, i suoi abeti giganti, i suoi ghiacciai unici e, se lo desiderate, scalate i suoi iceberg.

Ammirerete l’Alaska in una crociera 2013 attraverso una flora e una fauna così come non si trova in nessun’altra parte del mondo: cosa ne pensate, ad esempio, di un giro indimenticabile in slitta con l’animale nazionale dell’Alaska, l’Husky? L’Alaska offre una grande varietà di fauna selvatica: vederete in alto mare la respirazione delle balene, e un alto numero di uccelli unici. In programma anche l’incontro con molti orsi e alci, ma soprattutto la scoperta di molti animali nei loro habitat naturali. Ad attendervi, inoltre, numerosi parchi nazionali.

E cosa ne pensate di provare l’emozione della corsa all’oro? Juneau, la capitale dell’Alaska, è stata fondata nel corso di una corsa all’oro nel 1880 e ancora oggi è possibile avvertire nell’aria lo spirito di scoperta. Situata ai piedi del monte Juneau, la città si affaccia sul canale Gastineau che ospita magnifici fiordi nonché il maestoso ghiacciaio di Mendenhall Glacier.

Nota per essere una delle città più sorprendenti in America, è una destinazione mozzafiato che scoprirete attraverso le escursioni organizzate dalla Royal Caribbean, a piedi o in slitta. Potete anche, se avete lo spirito avventuriero, allontanarvi dalla città per vedere il deserto dell’Alaska da vicino. Immancabile l’Hubbard Glacier, uno dei ghiacciai più attivi del mondo: questa meraviglia dell’Alaska di 1350 m vi aspetta, insieme al ghiacciaio di Toku appena a sud-est del centro di Juneau e riconosciuto come il più grosso ghiacciaio al mondo.

da nove.firenze.it

Categorie
alaska

Aurora Boreale 2012 Alaska foto e video

ECCO L’AURORA BOREALE DURANTE LA TEMPESTA SOLARE

ALASKA – Ecco i colori dell’aurora boreale in Alaska. La foto del fenomeno ottico dell’atmosfera terrestre è stata scattata venerdì nel cielo sopra il “Yukon River village of Ruby”, un checkpoint di una gara di slitte trainate da cani. Questa è la prima immagine degli effetti della tempesta megnetica solare, lo tzunami solare generato dall’ultima potentissima eruzione sul Sole.

L’aurora polare si caratterizza principalmente da fasci luminosi di colore rosso-verde-azzurro, detti archi aurorali. Il fenomeno è causato dall’interazione di particelle cariche (protoni ed elettroni) di origine solare (vento solare) con la ionosfera terrestre. Le aurore visibili ad occhio nudo sono prodotte dagli elettroni, mentre quelle di protoni possono essere osservate solo con l’ausilio di particolari strumenti.

da leggo.it