Il Capodanno a Roma

Capodanno Capitale
Una raffica di eventi made in Campidoglio. Spettacoli teatrali con un tripudio di comici. Concerto clou al Colosseo con gli Zero Assoluto e Venditti.

capodanno_romaAspettare il nuovo anno ascoltando la musica, guardando uno spettacolo teatrale, ridendo a crepapelle con il comico preferito e tra il primo e il secondo tempo brindare con spumante, lenticchie e cotechino. Il Comune è pronto ad allietare la serata del 31 mettendo in campo decine di eventi che accompagneranno i romani dal pomeriggio fino a tarda notte. Ma si può pensare anche al teatro, per una serata diversa e comunque di tendenza.

Per gli amanti della musica live l’evento clou è il concertone di Capodanno al Colosseo dove si esibiranno gli Zero Assoluto e Antonello Venditti, ma l’alternativa c’è ed è più che ottima con il Roma Gospel Festival dalle 22 all’Auditorium o con il concerto di Sarah Jane Morris a Villa Celimontana. Mentre i più giovani potranno godere delle note di Brusco e dei 99Posse che si esibiranno la sera sul palco di Cinecittà Campus in via Lamaro (X Municipio). Spazio alla creatività, dalle 17, al Teatro Marcello con «Disegnare con la luce», dove sarà possibile creare dei disegni e delle scritte grazie alla tecnologia del graffito laser.

Il Teatro Nazionale, invece, apre le porte alle 18 al balletto in due atti «Lo Schiaccianoci», eseguito dal Corpo di ballo del Teatro dell’Opera con coreografie di Luc Bouy. Sempre alle 18, il Teatro dell’Opera porta in scena «La Traviata» diretta dal maestro Gianluigi Gelmetti. Nell’ambito della rassegna Organo in Festa è previsto alle 19 il concerto di ringraziamento a fine d’anno «Te Deum laudamus», presso la Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri con il maestro Osvaldo Guidotti che accompagnerà all’organo il noto soprano Jun Mi Lee. Dicevamo del teatro. Sono i comici i veri protagonisti quest’anno della notte di San Silvestro. Pochi, in realtà, i posti ancora disponibili per passare una serata in allegria.

Ma per chi riesce ad accaparrarsi il biglietto il divertimento è garantito. Cominciando con il Gran Teatro dove sfilano i personaggi di Antonio Albanese (prezzi da 35 a 85 euro, inizio alle 22), continuando con lo show di Marco Marzocca al Brancaccio alle 21.30 (da 47 a 70 euro), in una delle rappresentazioni più felici, il filippino, da cui trae anche il titolo dello spettacolo: «Da giovidì a giovidì». Il tutto condito con cotechino e lenticchie servite tra il primo e il secondo tempo. Quasi tutto esaurito anche per Maurizio Battista all’Olimpico, nello show «Sempre più convinto» (da 66 a 86 euro): anche in questo caso brindisi e cotechino si servono nell’intervallo. E per Antonio Giuliani e Fanny Cadeo al Parioli (ore 20, da 45 a 50 euro), con «Rimanga tra noi».

Ancora, per Rodolfo Laganà in scena al Teatro Greco con «Se non fossi già confuso mi confonderei», che prende spunto da una divertente quanto particolare riflessione sul caos (biglietti a 50 euro). L’offerta del Capodanno è servita senza one man show con, ad esempio, la farsa molto brillante in scena al Quirino, «I casi sono due», con Carlo Giuffré e Angela Pagano (da 32 a 60 euro compreso spettacolo e brindisi), con le acrobazie dei Kataklò alle 20 e 30 al Vittoria (57 euro posti unico che comprende il brindisi) e con la commedia «Carabinieri si nasce» di Pino Ammendola, al Teatro Ghione.

Damiana Verucci

da IL TEMPO

One thought on “Il Capodanno a Roma

  1. Pingback: 99posse

Leave a Reply