Capodanno a Roma, successo per Baglioni video

ROMA, 200 MILA IN PIAZZA PER BAGLIONI

Canzoni sopravvissute a decenni di musica, note che fanno cantare uomini e donne di ogni età. Le parole di «Questo piccolo grande amore», di «La vita è adesso» e di «Porta Portese», la notte scorsa, hanno unito più di 200mila persone che, con il naso in su, hanno scelto di aspettare il nuovo anno in via dei fori Imperiali, a Roma, al Concerto di Claudio Baglioni.

Il fiume di gente stretto all’interno delle transenne ha salutato il 2010 dando le spalle al Colosseo, una posizione inusuale per gli affezionati dell’evento, ma imposta dalla Sovrintendenza a tutela dell’Anfiteatro Flavio. Il palco, infatti, è stato allestito all’inizio di via dei Fori Imperiali, proprio sotto il Campidoglio. La kermesse, oltre due ore e mezza di musica, presentata da Lola Ponce, si è aperta con le note di «Tu come stai», uno dei testi maggiormente conosciuti del cantautore italiano. Ad assistere anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno con la moglie Isabella Rauti, che ha ringraziato Baglioni perchè «sta costruendo una grande emozione», il modo migliore, per il sindaco, «per iniziare un 2011 che ci risollevi gli animi». Dal palco Baglioni ha cantato, ballato, salutato il suo pubblico prima di lasciarlo per un pò di tempo: un saluto in grande stile dalla sua Roma.

Alle sue spalle, su un maxischermo sono state proiettate immagini di video storici unite a fotografie più moderne e ai titoli delle canzoni con led luminosi. Poco prima di mezzanotte il cantautore ha invitato sul palco il primo cittadino per il countdown. «Siete bellissimi» ha gridato Alemanno dal palco rivolgendosi al fiume umano che arrivava fino al Colosseo.

Poi, il brindisi per salutare il nuovo anno, coriandoli e ancora musica, balli e cori. Qualche spintone dovuto alla massiccia presenza di persone all’interno delle transenne, ma nessun incidente a guastare il divertimento. Grazie a una ricetrasmittente il sindaco ha salutato in diretta tutti i vigili urbani che hanno lavorato per garantire la sicurezza della città. «Grazie per quello che fate ogni giorno – ha detto raggiungendo con la voce tutte le auto in servizio – e grazie per questa sera. Saremo sempre pi— uniti e vi daremo tutta la soddisfazione e l’aiuto di cui avete bisogno. Non vi lasceremo soli». Poi, quando l’ultima canzone si Š conclusa, la piazza si è animata di musiche più ritmate che, grazie al DJset di Rds ha fatto ballare le migliaia di persone ormai popolo del 2011.

da LEGGO.IT