BTO Buy Tourism Online il turismo del futuro

turismo_internet1Il futuro del turismo viaggia su internet

di Francesco Maria Del Vigo

Navigare fa rima con viaggiare. Sempre più spesso prima di preparare i bagagli il passaggio obbligato è davanti allo schermo del computer. Prenotare aerei, confrontare prezzi, condividere giudizi su hotel e bed and breakfast o, magari, lasciare un commento sulla propria esperienza.

I maggiori esperti mondiali del turismo online parteciperanno alla seconda edizione di BTO Buy Tourism Online, in programma alla Stazione Leopolda di Firenze il 16 e 17 novembre 2009. Ci saranno tutti i nomi noti del web che scende in campo per il turismo: Expedia, Tripadvisor e Travelzoo, fino ai nomi emergenti e meno noti ai più ma che fanno dell’innovazione e della ricerca di nuovi modelli di business il loro obiettivo.

La nouvelle vague del turismo on line. È il caso di Brand Karma, che promette di misurare quanto si parla di un marchio in rete e nei social network, di Oyster.com, che ripropone in versione online la recensione di hotel da parte di reporter in incognito e di Atrapalo.com, che sfida le regole del mercato con una proposta provocatoria: Pay What You Like, ovvero pagare l’hotel al termine del soggiorno, sulla base di quanto si è stati soddisfatti.

Bing travel. Sarà l’occasione per conoscere meglio i programmi del nuovissimo Bing Travel: direttamente da Seattle, per la prima volta in Italia, la responsabile del motore di ricerca di Microsoft presenterà i futuri progetti per l’Europa e la recente acquisizione di Farecast.com, il sistema che permette di prevedere, con un’attendibilità superiore al 70%, l’andamento delle tariffe aeree e alberghiere e di consigliare all’utente, come un agente di borsa virtuale, se comprare subito o se aspettare tempi migliori.

In sei anni una crescita del 54%. I primi dati indicano che la crescita a livello mondiale del turismo online tra il 2002 e il 2008 è stata del 54%, mentre i canali tradizionali sono rimasti stabili. In più, la previsione 2008 – 2012 indica per il turismo online una crescita media del 14% e un decremento dell’offline del 1.2%. Secondo Eye For Travel il mercato online in Italia a fine 2009 rappresenterà il 16% del totale, contro un 13.7% del 2008.

Incontro fra gli operatori.“Vogliamo realizzare un momento di incontro e di confronto” ha spiegato Giancarlo Carniani, il Coordinatore di BTO Buy Tourism Online “nel quale il focus siano la formazione, l’informazione e il dibattito sugli scenari futuri e sull’impatto delle nuove tecnologie e dei nuovi modelli di business sul settore”. E’ il caso dei siti che permettono agli utenti di recensire le strutture turistiche, in grado di influenzare, secondo le statistiche, oltre un terzo degli acquisti online o dei portali che selezionano le migliori offerte di viaggio, intrattenimentoturismo_internet e tempo libero. Cambiamenti radicali che gli operatori turistici possono fronteggiare con l’aiuto della tecnologia, in grado di potenziare la capacità del singolo hotel, del singolo business e di espanderne l’ambito a livello globale.

Le nuove dinamiche del settore. Un segmento, quello del turismo e del web, ancora in evoluzione. Una realtà in movimento che risulta difficile fotografare e analizzare. E’ necessario conoscere le dinamiche del nuovo mercato e il ruolo chiave del Cliente/navigatore che è giudice supremo della qualità della proposta, del value for money e del servizio erogato. Un mercato dalle straordinarie potenzialità, che impone però standard rigorosi, professionalità impeccabile e capacità di innovazione costante. “II mondo on line – afferma l’assessore al turismo, cultura e commercio della Regione Toscana, Paolo Cocchi – sta modificando profondamente i valori e i comportamenti nel turismo. E ciò non vale solo presso gli attori-consumatori o presso gli operatori turistici, ma anche nei sistemi informativi gestiti da operatori pubblici. Del resto l’utilizzo delle tecnologie ha permesso di migliorare la qualità dei servizi, in particolare quelli di prenotazione, di differenziare le proposte, di offrire prodotti personalizzati, con la possibilità di integrare i servizi fra di loro. Bto è un’occasione importante fare il punto su una situazione in continuo divenire, offrendo strumenti per la gestione delle informazioni e delle relazioni, per fidelizzare i clienti, fino a promuovere una vera e propria comunità virtuale che scambia informazioni, e riesce a creare nuove abitudini e nuove mete turistiche”.

da IL GIORNALE

Leave a Reply