Brescia meta minore ambita dai turisti

Brescia reginetta del turismo

Se Roma e le città d’arte rimangono tra le destinazioni preferite dagli italiani per le vacanze di fine d’anno, la città di Brescia si scopre tra le mete minori più ambite.

Questo il quadro offerto dall’indagine dell’Osservatorio nazionale del Turismo condotta sulla base delle prenotazioni effettuate dagli italiani. Rispetto allo stesso periodo del 2009 cresce la percentuale di prenotazioni in montagna (43,1% del totale), mentre si conferma ottima la performance delle città d’arte (29,1%) con Roma in testa (6,3%) seguita da Torino (2,2%), Milano (2,1%), Firenze (2%) e Venezia (1,3%). Assisi, Brescia, Siena e Perugia aprono la classifica delle città “minori” più ambite.

Brescia in questi ultimi mesi ha scalato la classifica, posizionandosi ai vertici insieme a città da sempre meta di grande turismo, “merito di un lavoro articolato, svoltosi su più livelli, volto a raccordare le tante eccellenze della nostra città”, ha spiegato l’assessore al turismo, Andrea Arcai, “con il rilancio del polo museale di Santa Giulia, anche attraverso la sua candidatura a patrimonio dell’Unesco, e grazie ai grandi risultati ottenuti dalla Mostra Inca, 283mila spettatori in meno di 8 mesi, Brescia ha registrato un impennata delle visite turistiche”.

Secondo Arcai, “la conferma si riscontra quotidianamente, grazie alle tante comitive di stranieri in visita nella parte antica della città. Anche il Prefetto oggi, avendo letto i dati del ministero del Turismo, ha voluto complimentarsi direttamente con me e con il sindaco per gli ottimi risultati ottenuti. Brescia città antica sa di nuovo mostrarsi e sta cominciando a farsi apprezzare per le sue bellezze, i suoi musei, le sue diversificate attrattive. Per questo sono convinto che la tendenza, individuata dalla statistica pubblicata in questi giorni dall’Osservatorio sul turismo, continuerà a vederci protagonisti anche per il prossimo 2011”.

da QUIBRESCIA.IT

Leave a Reply