Boom di turisti cinesi in Veneto

Turismo in Veneto, boom di cinesi+163% rispetto all’anno scorso
A gennaio hanno battuto tedeschi e francesi. Più di 27mila ormai scelgono la nostra regione

VICENZA – Arrivano i cinesi, che vogliono vedere Venezia, le altre città d’arte, le Dolomiti e il Garda; per il turismo veneto la stagione 2012 si apre così sotto il segno dell’ottimismo. Gli ospiti che dalla Cina hanno scelto come meta il Veneto a gennaio sono aumentati del 163% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, con 27.211 arrivi, ponendosi al primo posto fra i turisti stranieri. In sostanza, sono arrivati più cinesi che tedeschi, austriaci, francesi, cioè i tradizionali bacini turistici esteri per il Veneto.

Il dato è stato comunicato a Vicenza dall’assessore regionale al turismo, Marino Finozzi, nel corso della presentazione del progetto per la promozione delle «Terme d’Acqua», ovvero delle località al di fuori del grande bacino termale euganeo (le «Terme del Fango») dove sgorgano acque termali o terapeutiche che possono costituire una offerta di benessere e cura in ogni caso significativa. Pur con assenza di neve, che ha penalizzato il tradizionale turismo della montagna invernale, gli arrivi sono stati complessivamente 560.629, con un aumento del 4,2% sul gennaio 2011. I pernottamenti sono stati 1.650.600, con una crescita minima rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Questo risultato, peraltro, è dato da un forte aumento dei turisti stranieri (+9,9), cui corrisponde un sostanziale caso delle presenze nazionali (-6,3).

da Ansa.it

0 Comments

Leave A Reply





Back To Top