Berlino Ifa 2014 tutte le nuove tv curve ultrahd Samsung Bendable Lg Sony Loewe Hi Sense Phillips Panasonic e Toshiba

Samsung bendable ifa 2014 berlinoCurve e Ultra Hd ecco all’Ifa le tv del futuro

BERLINO – Curve e  Ultra Hd. Ecco come saranno le tv del futuro secondo una veloce carrellata negli stand dei principali produttori mondiali presenti all’edizione 2014 dell’Ifa, la principale fiera dell’elettronica in Europa, che si tiene come ogni anno a Berlino.

SAMSUNG – All’inizio la tv curva sembrava una curiosità, ma c’è chi ci ha costruito sopra un’intera gamma. E’ il caso di Samsung che a Berlino ha presentato tv curve e Ultra Hd da 48 a 105 pollici. La protagonista però è stata sicuramente il modello chiamato Bendable, per ora esistente solo nel gigantesco formato da 105 pollici. In pratica attaverso un normale telecomando è possibile trasformare un tradizionale schermo tv piatto in uno schermo curvo  e viceversa rispettando i gusti, in fatto di forma, di chi sta davanti al televisore in quel momento. Un gioiello di grande qualità visiva che sarà in vendita solo il prossimo anno e ad un prezzo non proprio per tutti visto che l’equivalente formato senza la possibilità di cu rvare lo schermo costa circa 119.000 euro. Se però ch accontentiamo di un televisore sempre Ultra Hd, ma più piccolo i prezzi in casa Samsung scendono drasticamente. Il 65 pollici Ultra Hd curvo di listino tocca i 3000 euro, mentre un 40 pollici (non curvo) ma sempre Ultra Hd parte da 900 euro.

LG – La tradizionale rivale coreana di Samsung, vale a dire Lg accetta la sfida del curvo e aggiunge il suo nfiore all’occhiello: lo schermo Oled, che non ha rivali per ora sul fronte del contrasto e della conseguente profondità del nero. Il 77 pollici Oled Ultra Hd, già presentato quest’inverno a Venezia, ha un prezzo ancora molto elevato, ma presto dovrebbe arrivare la versione da 65 pollici che negli Usa costerà intorno agli 8000 dollari che, nel tradizionale cambio alla pari del mondo dell’elettronica, dovrebbero diventare poco meno di 8000 euro.
SONY – Alla fiera del curvo non poteva mancare Sony, che lancia un televisore molto ben riuscito, l’S90 presente in due taglie da 65 e 75 pollici, sufficientemente grandi da far apprezzare la curvatura meno accentuata rispetto alle tv dei rivali coreani. Una scelta precisa dettata dalla volontà di evitare aberrazioni ottiche. Eccellente anche l’audio, un 4+2 realizzato grazie ad una particolare tecologia di incastonatura degli altoparlanti sul fianco della struttura senza però appesantire la cornice. I prezzi? Ben 8499 euro per il 75 pollici che diventano 3499 per il 65.

LOEWE – Alla sfida asiatica replica uno degli ultimi produttori realmente europei rimasti sul campo. Si tratta di Loewe casa da sempre simbolo del made in Germany (anche se gli schermi dei suoi televisori sono forniti dalla cinese Hi Sense) che, giocando in casa, ha presentato, una gamma piuttosto ricca. Il pezzo forte il suo primo tv curvo Ultra-Hd, il Loewe Masterpiece debutterà solo nel 2015 e quindi la versione presente in fiera è da considerare ancora migliorabile anche molto bella esteticamente. I trelevisori delle altre 3 gamme presenti in Fiera, Art, Connect e Reference, sono tutte dotate di schermi piatti tradizionali sempre però in Ultra Hd.Interessanti alcune funzioni presenti sui tv Connect come l’ Instant Channel Zapping che permette di cambiare canale quasi istantaneamente, o il  sistema Dual Channel consente di guardare un programma e registrarne contemporaneamente un altro via USB, oppure mandarlo in streaming sul proprio smartphone o tablet. Ottima anche la qualità del sonoro grazie ai diffusori SOEN. Senza contare il modulo surround 5+1 lossless che consente, ancor più se collegato senza fili ad un sistema di diffusori home-theater, di ascoltare un suono corposo e avvolgente. I prezzi? Per il 40 pollici Connect 2399 euro che salgono a 3399 euro per il 55 pollici.

HI SENSE – Proprio dal partner di Loewe, la cinese Hi Sense arriva invece un’interessante proposta. Si tratta del suo primo tv curvo Ultra Hd il 65xt810, un modello da 65 pollici. E’ munito di una tecnologia che il gruppo cinese chiama 4 x 4 dato che unisce all’Ultra Hd o 4k,  il quad-core process engine(vsle a dire la presenza di 4 processori interni), per garantire una maggiore velocità e fluidità delle immagini ed un miglior upscaling.

PHILIPS – Anche Philips ha presentato il suo primo modello di televisore curvo Ultra Hd l’8900. E’ un 55 pollici dotato di sistema operativo Android  che è in grado di fornire una connessione al web più fluida e reattiva dei modelli precedenti della stessa casa. Il telecomando del TV Philips 8900 rende facile la navigazione sul grande schermo attraverso la possibilità sia di digitare che di utilizzarlo puntandolo per navigare. Non mancano anche  i comandi vocali e gestuali.

PANASONIC E TOSHIBA – Anche se non è curvo interessante l’ultimo modello Ultra Hd di Panasonic, l’Ax 900, sul quale hanno lavorato gli ingegneri che prima si occupavano del settore plasma, cavallo di battaglia del marchio giapponese. La qualità c’è e si vede, caratterizzata da immagini nitide e contrastate. Che però hanno un costo: il 55 pollici parte da 4499 euro.
Infine anche Toshiba ha presentato il suo modello Ultra Hd, il modello U, che uscirà nel 2015 e quindi era ancora all’Ifa in fase di prototipo.

da lastampa.it

Leave a Reply