Categorie
Bangladesh

Bangladesh traghetto si ribalta 200 dispersi nel fiume Padma

bangladeshBangladesh, si ribalta un traghetto con 300 persone a bordo
Secondo le testimonianze, un centinaio sarebbero stati salvati, gli altri sono dispersi nelle acque del fiume Padma. È il quarto incidente dall’inizio dell’anno

La disperazione dei parenti delle vittime

Un traghetto sovraccarico, un fiume in piena e un improvviso peggioramento delle condizioni atmosferiche sono state le cause della tragedia avvenuta oggi in Bangladesh, nelle acque del fiume Padma: partito alle 11 da Kewrakandi, nel distretto centrale di Madaripur, e diretta a Munshiganj, l’imbarcazione si è rovesciata, sopraffatta dalla corrente del fiume. A bordo, secondo le testimonianze raccolte dai media locali, ci sarebbero state almeno 300 persone, un centinaio quelle che si sono riuscite a mettere in salvo, da sole o aiutate dai soccorritori, due invece i cadaveri fino ad ora recuperati dall’acqua.

La cifra di 300 passeggeri a bordo è stata fornita ad una tv da uno dei sopravvissuti che ha raggiunto la riva a nuoto vicino al terminal di Mawa: ha detto al portale BdNews24 di avere assistito personalmente al salvataggio di almeno 50-60 persone.

La premier Sheikh Hasina ha ordinato a Esercito, Marina, Guardia costiera, Vigili del fuoco e Protezione civile di adoperarsi al massimo per cercare i reperire i superstiti ed i corpi delle vittime e ha incaricato il ministro della Marina mercantile di tenerla informata sul risultato del lavoro dei soccorritori.

La navigazione fluviale in Bangladesh è assicurata spesso da vere e proprie «carrette del mare»: nel 2014 sono già stati ben quattro i naufragi, con un alto numero di vittima. La più grave dell’anno lo scorso 3 febbraio: un battello era affondato nel fiume Surma, decine di persone erano annegate. Tre mesi dopo, il 3 maggio, un barcone è affondato nel fiume Kalagacchia, con un bilancio di 35 morti. Il 15 maggio, infine, un altro traghetto si è inabissato nell’estuario del fiume Meghna, incidente che è costato la vita a 58 passeggeri.

da lastampa.it

Rispondi