Bagaglio smarrito cosa fare

bagagli1TURISMO. Bagaglio smarrito, Federconsumatori ti dice cosa fare

Continuano i forti disagi per i turisti all’interno dei principali scali italiani. Lo segnala Federconsumatori che denuncia: “Per l’intero periodo di maggior afflusso negli aeroporti, infatti, sono state numerosissime le segnalazioni pervenute presso i nostri sportelli relative a ritardi, smarrimenti e danneggiamenti dei bagagli”.

Ecco i consigli di Federconsumatori su cosa fare in caso di:

  • SMARRIMENTO DEL BAGAGLIO: “Rivolgetevi al banco Lost and Fund, dove potrete ritirare il modulo PIR (Passeger Irregularity Reports) presentando lo scontrino del bagaglio. Il passeggero ha diritto ad ottenere dalla compagnia aerea una somma di denaro per poter far fronte alle prime necessità, quali: pigiama, dentifricio, indumenti intimi (a tal fine ricordate di conservare gli scontrini di quanto acquistato che andranno inviati alla compagnia aerea tramite raccomandata a/r unitamente ad una copia del modello PIR). Da parte di alcune compagnie vi è la possibilità di un rimborso forfettario. Se, dopo il termine di 21 giorni, il bagaglio viene considerato perduto, sarà necessario inviare alla compagnia aerea con cui si è volato un reclamo tramite raccomandata a/r”.
  • RITARDO NELLA CONSEGNA DEL BAGAGLIO: “In caso di ritardo il vettore aereo è responsabile per il danno, a meno che non abbia preso tutte le misure possibili per evitarlo o che fosse impossibile prendere tali misure. La responsabilità per il danno è limitata a 1.000 DSP.” Così recita il regolamento (n.899/2002), ma, nei fatti, tale norma è stata sempre elusa. Per tale motivo Federconsumatori chiede che tale norma trovi piena applicazione, a tutela dei viaggiatori, anche adottando un accordo tra le parti di rapresentanza”.
  • DANNEGGIAMENTO DEL BAGAGLIO: “Se, invece, il bagaglio giunge a destinazione, ma presenta dei danni dovuti al trasporto, avete al massimo 7 giorni dal ricevimento del bagaglio per presentare un reclamo in forma scritta, preferibilmente tramite raccomandata a/r (in caso il bagaglio danneggiato venga restituito in ritardo, avete, invece, 21 giorni di tempo dalla data di consegna)”.
  • RISARCIMENTO DANNI: “In caso di smarrimento, distruzione o deterioramento, per le compagnie aderenti alla convenzione di Montreal, il risarcimento ammonta al massimo a 1.000 DSP cioè circa 1.167 Euro per bagaglio, per le compagnie non aderenti a tale convenzione il risarcimento è al massimo di 17 DSP al Kg, cioè circa 20 Euro/Kg”.

“In ogni caso, soprattutto se viaggiate con compagnie low cost, prima di partire, ricordate sempre di controllare le condizioni per eventuali smarrimenti o danni ai bagagli applicate dalla compagnia stessa o da compagnie assicuratrici complementari”. Federconsumatori, inoltre, visti i disagi creati ai passeggeri, sia in termini economici che morali, chiede che il risarcimento da danno da vacanza rovinata venga esteso anche a questo tipo di disservizi , impegnandosi, in tal senso, a portare avanti delle cause pilota”.

Lo Sportello S.O.S. Turista non chiude mai per ferie e continuerà a fornire assistenza e consulenza durante tutto il periodo estivo con il consueto orario da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, al numero 059.2033430 o via mail all’indirizzo [email protected]; http://www.sosvacanze.it

da HELPCONSUMATORI.IT