Avventura in Carinzia

Flying Fox in Carinzia
Volpe volante e non solo…

veldenUn weekend con le tre A. Adrenalina. Appuntamento con la fortuna. Avventura gastronomica.
Dove? In Carinizia, una delle più belle regioni dell’Austria, a due passi dall’Italia.

Tutto accade presso il Wörthersee, perla della Carinzia dove affaccia Velden, la magica città degli angeli, incastonata nella cornice dei monti Karawanken, che disegnano il confine con la vicina Slovenia.
Chi viene qua lo fa per godere del benessere e della tranquillità che la zona offre, a partire dallo scenario incantevole che la caratterizza. E invece, non sa cosa lo aspetta! Come una forza occulta, la natura mutevole e multiforme della regione attrae il turista nelle sue viscere, fino a fargli fare cose mai viste, come salire sul ponte del diavolo, percorrere spettacolari itinerari aerei di montagna, fare escursionismo in luoghi che mai avrebbe immaginato, dove il corso dell’acqua intesse paesaggi da fiaba.

Siamo vicino a Ferlach. Il paesaggio è quello della Forra di Tscheppaschlucht dove l’acqua ha un’anima e la sua vitalità scava la roccia senza tregua, alimentando incredibili cascate. La cascata Tschauko (Tschaukofall), in particolare, oggi è raggiungibile con un percorso realizzato ad hoc, proprio per ammirarla da vicino. Il Teufelsbrücke (ponte del Diavolo) si raggiunge dopo una camminata di circa un’ora dall’ingresso del parco. Eretto nel XVI secolo, si narra che fosse sempre distrutto dal diavolo prima del suo completamento, fino a quando diavolo e costruttori non giunsero ad un accordo: il demone avrebbe lasciato ultimare la costruzione del ponte se in cambio avesse avuto l’anima del primo essere umano che avrebbe attraversato il ponte. E così fu, con la rabbia del diavolo che si vide recapitare l’anima di una Waldseilpark_Tscheppaschluchtcapretta, prontamente immolata dagli uomini per questo scopo.

E non finisce qui. Avventura è di più che incamminarsi a piedi per una ‘tranquilla passeggiata nei boschi’ (un grazie a Bill Bryson per voler fornire la citazione): il Waldseilpark Tscheppaschlucht, primo Parco Avventura della Carinzia, che ha inizio proprio presso la Forra Tscheppaschlucht, propone ai più intrepidi il favoloso Flying Fox, adrenalinico passaggio aereo sospeso su un cavo, in tutta sicurezza, che porta da una parte all’altra della valle sottostante, attraversata da un affluente della Drava.

Il passaggio, da fare tutto d’un fiato e in velocità, è lungo ben 300 metri, dura pochi secondi ed è adrenalinico quanto basta per rigenerare tutte le tossine del proprio corpo. Provare per credere. In tutto nel parco si trovano sei percorsi aerei di varie difficoltà, per accontentare esperti sportivi e principianti, con 47 passaggi tra gli alberi, utilizzando moschettoni, cavi e imbragatura: ponti tibetani, altalene sospese, corde, funi, un bell’allenamento prima di gettarsi nel vuoto come una volpe – volante – attaccata a una specie di palo della luce! Gli uomini del parco sono preparati a rispondere a ogni vostra domanda, vi aiutano a imbragarvi e vi insegnano la posizione corretta per il lancio.

Cosa volete di più? Forse planare direttamente con il Flying Fox su un tavolo di blackjack del Casino di Velden? Ubicato a bordo lago, immerso in un ambiente raffinato e chic, in realtà si raggiunge più comodamente in battello. Il casino dispone anche di un ristorante di eccellente qualità dove si può pasteggiare a caviale e champagne prima di cimentarci con la fortuna. Dopo, l’emozione continua sull’onda del brivido, sfidando la sorte in una roulette o le carte del croupier.

Waldseilpark_Tscheppaschlucht1Più tradizionale e casereccia è invece l’avventura enogastronomica proposta dal consorzio degli agricoltori di Veldner Bauern: non lontano da Ferlach, questa associazione di 14 famiglie produce in proprio prodotti locali carinziani, come la grappa aromatizzata alla pera, liquori, distillati, il sidro (most), formaggi e salumi, e i famosi tortelloni carinziani.

Su richiesta, con una telefonata un paio di settimane prima, è possibile effettuare una gita in fattoria, dove le signore carinziane accolgono gli ospiti nelle loro cucine, e, con mattarello alla mano, preparano sotto i loro occhi squisitezze di ogni genere. Infine si mangia tutti insieme. A casa della simpaticissima famiglia Spendier (vulgo Mathe, 9536 St. Egyden, Treffen 1, tel. +43(0) 04274/8259): nella cucina di Melitta si impara a fare i tortelloni e si possono gustare tantissime specialità locali. Guai se una donna non sa fare il ripieno dei tortelloni e se non li sa chiudere con il tipico bordo merlettato che li caratterizza… la tradizione vuole che resterà zitella per tutta la vita. La sfida per gli uomini? Rimanere sobri dopo tutte le grappe e i distillati che avranno assaggiato!

U. Lacatena

da TGCOM

One thought on “Avventura in Carinzia

Leave a Reply