Allergia al sole pericolo vacanze

allergia_soleAumentano gli italiani intolleranti al sole per colpa dell’ozono e dei nuovi stili di vita. Dal 2000 a oggi in Italia il numero di casi è raddoppiato, come rivelano i dati che saranno presentati all’84esimo congresso nazionale della Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), che si svolgerà a Firenze dal 10 al 13 giugno. Le più colpite le giovani donne. In tutto a soffrirne a vario livello sono sei milioni di italiani.

I sintomi sono evidenti: dopo pochi minuti al sole la pelle si arrossa e si riempie di vescicole. Secondo gli esperti uno dei motivi per cui il numero dei pazienti è in crescita può essere la maggiore frequenza di viaggi verso Paesi tropicali e di vacanze mordi e fuggi, durante le quali si fa una “scorpacciata” di sole limitata a due, tre giorni, ma anche l’assottigliamento della fascia di ozono. Il 15-20 per cento della popolazione ha avuto almeno un episodio di intolleranza al sole; nella metà dei casi però la fotodermatosi si ripresenta e diventa un problema serio.

“Per prevenire la comparsa di questi fastidiosi sfoghi è opportuno consumare molta frutta e verdura durante tutto l’anno e soprattutto in questa stagione”, spiegano gli esperti.

da ANSA.IT

Leave a Reply