Categorie
economia trasporti

Alitalia Abbandona WindJet

WINDJET, ALITALIA SI TIRA FUORI.
PASSERA: “AVANTI DA SOLA”

PALERMO – Windjet non concederà ad Alitalia le garanzie richieste e andrà avanti da sola. La compagnia aerea siciliana, che sta lasciando a terra centinaia di passeggeri ogni giorno, ha deciso, parole dell’amministratore delegato Stefano Rantuccio, di “cercare altre vie”. Vana, quindi la mediazione del governo: il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, non ha trovato spazio per ricuciture dopo la rottura della trattativa, durata mesi, per l’incorporazione del vettore in Alitalia.
Lo stesso amministratore delegato dell’ex compagnia di bandiera Andrea Ragnetti appare inflessibile: “Il dossier con Wind Jet non si può riaprire. Con loro non c’é più nessuna possibilità di ricominciare alcun tipo di dialogo. Saremmo disponibili, sulla base all’accordo iniziale di giugno, ad andare avanti, ma il problema – ha proseguito – è che questa è un’azienda che non esiste neanche più, non ha nemmeno gli aerei”. Di più, la riprotezione dei passeggeri costa ad Alitalia 80 mila euro al giorno di perdite.

Anche se un interesse strategico di Alitalia rimane, ha chiarito poi il ministro Passera, impegnato in prima persona negli incontri con le aziende e con i sindacati, le attuali condizioni non permettono alle compagnie di trovare una soluzione condivisibile. La decisione di Windjet di continuare per la sua strada dovrà però portare allo scioglimento della matassa a breve, ha auspicato Passera, sposando le richieste dei sindacati perché si faccia presto.

Il ministero, ha quindi assicurato, seguirà la vicenda “passo passo perché la situazione si dovrà chiarire definitivamente in un numero limitato di settimane”. Il ministero propende del resto per l’amministrazione straordinaria e non nasconde di essere ben poco convinto della strategia per cui ha invece optato la compagnia siciliana. Negli aeroporti continua intanto il lavoro di riprotezione portato avanti dall’Enac e dalle altre compagnie. L’Ente ha già individuato un elenco di voli sostitutivi fino al 18 agosto, mentre il presidente Vito Riggio, dopo le polemiche degli ultimi giorni, ha rivolto un appello alle agenzie e agli scali perché non vengano applicati “balzelli” ai passeggeri in possesso di biglietti della società siciliana

da leggo.it

Rispondi