Categorie
venezia viaggi

Aereo Venezia Olbia 24 ore di ritardo 117 passeggeri sono rimasti fermi all’aeroporto Marco Polo in attesa

venezia aeroporto marco poloAereo in ritardo di 24
passeggeri “prigionieri” in aeroporto

VENEZIA – Dal primo pomeriggio di ieri, con un ritardo finora di 22 ore dalla prevista partenza da Venezia per Olbia, 117 passeggeri sono rimasti fermi all’aeroporto Marco Polo in attesa di una qualche certezza da parte della compagnia Volotea di quando potranno finalmente imbarcarsi.

L’aereo da Venezia per la località sarda sarebbe dovuto decollare ieri alle 15. Da qual momento i rinvii sul tabellone delle partenze si sono susseguiti indicando, verso le 19, alle 21.20 il previsto decollo. I bagagli sono rimasti invece ancora a terra e le risposte della Volotea, di fronte alle proteste dei passeggeri, sarebbero state vaghe. Il centralino della compagnia aerea, a Venezia, suona a vuoto senza risposte. «Mio figlio – rileva Alessandra, mamma di un ragazzo diretto ad Olbia per le vacanze – ha rinunciato al volo. Avevamo prenotato a giugno e pagato con largo anticipo. Credo che ci rimborseranno il costo del biglietto. Ci hanno mandato una mail di scuse stamani, ma non è possibile che avvenga una cosa del genere. Ho fatto varie telefonate e ricevuto sempre risposte vaghe sulle possibili ragioni del ritardo che ancora non mi è chiaro».
L’aereo è decollato alle 14.32 con gran gioia della gran parte dei 117 passeggeri. Qualcuno tra ieri e oggi ha rinunciato alla vacanza in Sardegna, pur avendola già pagata. Il Codacons invita i passeggeri a chiedere il risarcimento per i disagi e le ore di vacanza perdute. «È un loro diritto – osserva Codacons -. La compagnia deve risarcire gli utenti per i danni arrecati e per la riduzione del periodo di villeggiatura subito dagli stessi. Per tale motivo – conclude – invitiamo i passeggeri ad inviare una formale richiesta di indennizzo al vettore aereo, e a rivolgersi agli uffici del Codacons per ottenere assistenza legale».

da gazzettino.it

Rispondi