Categorie
curiosità internet turismo

Accordo tra il Fai e Tripadvisor

Accordo Fai-Tripadvisor.
Su tutte le pagine web anche un’opzione che consentirà ai viaggiatori di scrivere recensioni

Il Fai, Fondo ambiente italiano, e TripAdvisor, sito di recensioni di viaggio al mondo, hanno annunciato una loro partnership, grazie alla quale il Fai integrerà sul proprio sito le recensioni e i punteggi che i viaggiatori di TripAdvisor assegneranno ai Beni della Fondazione. Il Fai, si legge in una nota congiunta, ha creato sul sito www.fondoambiente.it una sezione dedicata che consente di accedere alle classifiche e alle recensioni segnalate dagli utenti Tripadvisor sui beni della Fondazione regolarmente aperti al pubblico.
Grazie a questa partnership i viaggiatori che effettueranno le loro ricerche sul sito del Fai avranno la possibilità di leggere le recensioni e visualizzare il punteggio relativo al Bene Fai di loro interesse prima di progettare il loro viaggio. Inoltre, su tutte le pagine web relative a ogni singolo Bene Fai sarà presente anche un’opzione che consentirà ai viaggiatori di scrivere una recensione, grazie allo strumento per la raccolta delle recensioni fornito da TripAdvisor.
“Siamo lieti di annunciare questa partnership con il Fai e di poter integrare i contenuti di TripAdvisor sul sito web della Fondazione”, spiega Severine Philardeau, vicepresidente, Global Partnership di TripAdvisor. “Grazie a questa partnership i viaggiatori alla ricerca dei Beni della Fondazione saranno in grado di visualizzare le recensioni e le opinioni scritte da altri viaggiatori, ricevendo una fonte d’ispirazione e d’informazione al momento della ricerca e pianificazione delle loro vacanze”. “Il Fai – afferma Angelo Maramai, direttore generale del Fai – da sempre offre la straordinaria possibilità di scoprire straordinari esempi del patrimonio storico artistico italiano: ville, castelli e angoli di paesaggio di grande bellezza. Grazie alla partnership con Tripadvisor avremo l’opportunità di conoscere commenti, opinioni e suggerimenti dei nostri visitatori e ci auguriamo che sempre più viaggiatori, italiani e stranieri, possano visitare i nostri meravigliosi beni”.

Rispondi