AccendiMI le luci di Milano

MILANO: LED, il Festival della Luce – Cadono nuvole in piazza San Babila. Ondeggiano candide nel cielo plumbeo e scivolano leggere a terra. È il Secondo miracolo a Milano, opera dell’artista Denis Santachiara che, con gli altri light designer, accende il capoluogo meneghino per la II edizione del Festival Internazionale della Luce. Milano diventa un teatro luccicante: 60 opere – realizzate con più di 600mila led – sparse tra vie, quartieri, piazze e cortili, dal Duomo alla Stazione Centrale, dai Navigli alla Triennale. Si parte il 2 dicembre (ore 18) al Quadrilatero della Moda con l’accensione di Ieri, oggi, domani, l’opera di Fabio Novembre per “napoletanizzare” le vie più chic della città. Vestiti di luci sospesi in aria come panni stesi ai balconi sono l’omaggio del celebre designer al film di Vittorio De Sica. L’inaugurazione ufficiale è il 4 dicembre in piazza Duomo, quando le vetrate della cattedrale s’accendono con migliaia di led. Da non perdere nel Circuito della Luce, le nuvole dorate in via Dante; le ragnatele di fili e specchi di Un Mondo d’Amore di Carlotta De Bevilacqua (Ponte della Triennale, viale Molière) e i 75 cerchi blu che illuminano, come gocce d’acqua e bolle d’ossigeno, il grattacielo di piazza Diaz. Un albero di luce alto 11 metri è Il giardino Immaginario che il duo Touitou-Francois ha piantato in San Babila, mentre la Darsena si riempie di carpe e trote lucenti . Capiterà di imbattersi in un’oasi di farfalle in Paolo Sarpi, in una cascata di ghiaccio e cristallo o nel bosco incantato di piazza Fontana. Invece sul tetto della Triennale, Le punte di Milano di Michele De Lucchi svettano come acuminati pensieri che guardano al futuro.
Info: fino al 10 gennaio 2011, http://www.ledfestival.it.