A Perugia la conferenza internazionale dell’Enoturismo 2012

UMBRIA: NEL 2012 PERUGIA EPICENTRO INTERNAZIONALE ENOTURISMO
Sara’ Perugia l’epicentro internazionale del turismo del vino. Dal 30 gennaio al 2 febbraio 2012 infatti centinaia di operatori dell’enoturismo provenienti da 45 Paesi si incontreranno in Umbria per la Conferenza Internazionale sul turismo del vino. L’annuncio e’ stato dato in una conferenza stampa dalla presidente del Movimento Turismo del Vino (main sponsor dell’evento), Chiara Lungarotti, dall’assessore regionale all’Agricoltura e Politiche agroalimentari, Fernanda Cecchini, dal presidente del Movimento Turismo del Vino Umbria, Ernesto Sportoletti e dal presidente dell’Ente organizzatore ”Wine Pleasures’, Anthony Swift. Il principale focus itinerante su un settore che oggi vale fino a 5 mld di euro l’anno, dopo Spagna e Portogallo, fara’ tappa per la prima volta in Italia e ospitera’ oltre 300 professionisti del vino e dei viaggi provenienti da tutto il mondo. Al centro dei lavori, in programma all’Hotel Gio’ Wine & Jazz Area di Perugia, 40 relazioni su enoturismo, case history da tutto il mondo e possibilita’ offerte dai social media, traino per uno dei pochi comparti turistici in crescita continua. Cinque le sessioni plenarie, con l’obiettivo di stimolare discussioni su un’ampia gamma di aspetti legati al settore e al turismo eno-gastronomico. Ogni giornata prevede un ”post convegno’ con degustazioni dedicate; tra queste, l’Italy Grand Tasting a cura del ”Master of Wine’, Jane Hunt. L’ultima giornata e’ dedicata al Workshop, piattaforma per comprare e vendere pacchetti enoturistici, prodotti del turismo eno-gastronomico e servizi correlati (info www.movimentoturismovino.it e www.iwinetc.com). ”L’evento fara’ da volano a un’economia che ha ancora ampi margini di crescita in Umbria come in tante altre aree enologiche del Paese. Oltre alla conferenza – ha detto Lungarotti – sono previsti educational per giornalisti e operatori anche nelle Marche, in Toscana e in Campania. Il Movimento Turismo del Vino – ha aggiunto – con le sue mille cantine italiane selezionate per qualita’ dell’accoglienza e qualita’ delle produzioni, ha ritenuto fondamentale essere partner di un evento di grande importanza per l’offerta e per la domanda”. L’Umbria, con 190 aziende vitivinicole di cui 62 socie del Movimento Turismo del Vino regionale, ha costituito un Tavolo di lavoro che vede la partecipazione della CCIAA Umbria, del Centro Estero, della Regione (assessorato all’Agricoltura) e del Coordinamento delle Strade del Vino. ”In Umbria – ha sottolineato l’assessore Cecchini – ci sono i numeri e la qualita’ del prodotto, ma occorre ripensare l’offerta regionale, individuando gli obiettivi e gli strumenti di un marketing che punti anche sulle peculiarita’ del territorio e le esperienze che vi si possono vivere. A questo scopo, con i Consorzi dei produttori di vino e le organizzazioni agricole riuniti nel ”Tavolo verde’, la Regione ha deciso di dar vita a un gruppo di lavoro che dovra’ elaborare un piano organico di interventi finalizzati ad irrobustire le azioni a sostegno del settore sia per la sua qualita’ e innovazione, ma soprattutto per la promozione e commercializzazione del vino”.

da Asca.it

Leave a Reply