8 dicembre sulle piste del Sestriere

«Ponte» sulle piste – la neve naturale non regge le alte temperature
Per l’immacolata Vialattea
A Sestriere si scia grazie all’innevamento artificiale,
come a Sauze e Bardonecchia

Francesco Falcone

sestriere_immacolataDopo l’avvio alla grande dello scorso inverno, quest’anno la stagione dello sci tornerà all’antico, nonostante le promesse meteo dei giorni scorsi di neve abbondante: con un’apertura graduale degli impianti dei due comprensori dell’Alta Val Susa. Sulla falsariga di tutte le località dell’arco alpino, dove la neve si è fatta attendere fino all’ultimo, Bardonecchia e Vialattea garantiranno la tradizionale apertura delle piste in occasione del ponte dell’Immacolata, ma solo sui pendii dove i cannoni sono riusciti ad integrare i 30 centimetri di neve caduti negli ultimi 15-20 giorni.

Ancora una volta, fin dalle 9 di stamattina, Sestriere si confermerà regina dello sci sulle montagne olimpiche, accogliendo gli appassionati dello sport bianco con sei impianti aperti nelle zone del Colle e di Borgata sui 12 della Vialattea. Si potrà, dunque, sciare sulle piste servite dalle seggiovie Cit Roc, Nuovo Garnel e Trebials (che sale da Borgata), dalle sciovie Jolly, Baby 1 e Baby 2. La speranza della Sestrières Spa è di aumentare via via il parco impianti in funzione tra oggi e il giorno dell’Immacolata, ma tutto dipenderà dalle condizioni meteo: soprattutto dalle temperature, finora mai abbastanza rigide da garantire il funzionamento a pieno regime della rete d’innevamento programmato che copre il 60 per cento dei 400 chilometri di piste del comprensorio.

A Sauze d’Oulx (dove stasera è in programma la cronoscalata «Skialp sotto le stelle») la stagione partirà con due seggiovie aperte: la Nuova Clotes e la Pian della Rocca. A Claviere attive le quadriposto La Coche e Serra Granet-Colle Bercia. Mentre a Cesana-Sansicario la triposto Rio Envers e la seggiovia Baby Sansicario. Decisamente scontati gli ski-pass, in vendita a 24 euro a Sestriere, 22 euro a Sauze d’Oulx e Sansicario e 20 euro a Claviere.

Inizio di stagione con poche seggiovie in servizio anche a Bardonecchia, dove oggi si potrà iniziare a sciare grazie ai quattro impianti di Campo Smith e Colomion, mentre tra domani e lunedì si conta di arrivare a sette, con l’apertura parziale dello Jafferau e del Melezet. Da oggi saranno attive le seggiovie Smith 4 e Pian del Sole, il Baby e il tappeto del Colomion. Da domani entreranno in pista la telecabina dello Jafferau, la seggiovia Fregiusia-Plateau e, da lunedì, la quadriposto Melezet-Chesal fino all’intermedia. Per il lungo ponte festivo il giornaliero sarà ridotto a 22 euro.

Per gli amanti dello sci di fondo, tra le vette delle montagne olimpiche, l’unico punto di riferimento è per ora l’anello di Pragelato. Il circuito sarà aperto da stamattina nei primi 1,5-2 chilometri di lunghezza. Giornaliero in vendita a 8 euro.

da LA STAMPA

Leave a Reply