2012 Pronta la crociera che seguirà lo stesso viaggio del Titanic

Il Titanic risorge in crociera
Viaggio fotocopia dell’originale: si parte nel 2012, già vendute quasi tutte le cabine

FABIO POZZO

TORINO

titanicNel ‘97 esce il film «Titanic», di James Cameron, con Leonardo DiCaprio e Kate Winslet: ha un successo mondiale. La rotta seguita dal Titanic ancor oggi viene disertata dal traffico commerciale e passeggeri perché ritenuta «maledetta». Molti marinai affermano che certe notti, laggiù a sud-est di Terranova, si possano udire i gemiti dei morti nella tragedia, le cui ossa giacciono insepolte sul fondo dell’Atlantico, a 3.800 metri di profondità.

Leggende, forse. Alle quali certo non devono credere i tanti passeggeri che hanno già prenotato, con due anni e mezzo di anticipo, un passaggio sul viaggio organizzato per commemorare la sciagura, nel centenario dell’affondamento dello sfortunato transatlantico della White Star. Le cabine più care e quelle più economiche, i cui prezzi sono compresi tra i 7.858 e i 3.929 euro, sono già «sold out». Offerta esaurita.

Sarà un viaggio fotocopia dell’originale. I passeggeri saranno 1309, come quelli di allora. L’itinerario sarà preciso: partenza l’8 aprile 2012 da Southampton (il Titanic salpò però il 10), rotta verso Cherbourg, dove l’Inaffondabile sostò con tutte le luci accese, e tappa a Cobh, in Irlanda, che all’epoca si chiamava Queenstown. Poi, la traversata, sino al punto contraddistinto dalle coordinate del relitto. La nave vi arriverà la sera del 14 aprile e qui fermerà i motori. A bordo si terranno letture, approfondimenti sulla sciagura, sino alle 2.20 del mattino. L’ora del silenzio, il momento della commemorazione delle vittime del Titanic.

Il liner della White Star terminò il suo primo e ultimo viaggio proprio la sera del 14 aprile 1912. Alle 23.40 (sugli orologi di bordo) urtò l’iceberg. Due ore e 40 minuti dopo, alle 2.20 del 15 aprile, sprofondò negli abissi. Morirono 1.517 persone, secondo il dossier del Senato degli Stati Uniti. Ma sul loro numero è ancora aperta la discussione. Per tutte, un secolo dopo, saranno recitate preghiere, gettate in mare corone. Probabilmente versate lacrime. Il viaggio proseguirà poi per Halifax, in Nuova Scozia, Canada, dove i passeggeri potranno visitare il cimitero di Fairview Lawn, dove riposano i corpi di 121 di quei naufraghi. Quindi, ripartiranno per New York, con arrivo il 20 aprile.

In tutto, 12 giorni. Alla velocità di 20 nodi, praticamente la stessa dell’Inaffondabile (21 nodi). La nave è la «Balmoral», un’unità da crociera costruita nel 1988 e ristrutturata nel 2008, che ha cambiato nome e proprietari cinque volte. Oggi è della Olsen Cruise Lines, compagnia che fa parte dell’omonimo Gruppo norvegese che ha interessi in vari settori.

«A bordo faremo rivivere l’atmosfera di allora, con menù e musiche d’epoca», dice Miles Morgan, managing director della travel agency inglese che ha noleggiato la «Balmoral» e organizzato la «Titanic Memorial Cruise». Iniziativa che è stata lanciata lo scorso 14 aprile, in occasione del 97° anniversario dell’affondamento. Durante la conferenza stampa è stato chiesto a Morgan se non temeva di risultare irrispettoso verso quelle anime. Il cartellone della «Balmoral» prevede infatti balli, musiche, giochi di bordo. «La nostra non è una celebrazione, è una commemorazione», ha risposto. «Abbiamo suscitato l’interesse in discendenti delle vittime, appassionati della storia del Titanic e semplici croceristi che vogliono fare un viaggio diverso». E la sicurezza? «Sarà attivo un sistema di allerta iceberg. Va bene ripercorrere il viaggio originale, ma a tutto c’è un limite».

Già, l’iceberg. Quello che affondò il Titanic, secondo Djana e Michel Pascal, autori di «Titanic. Oltre la liberazione» (Corbaccio) si levò dalla Groenlandia, da Illulisat, baia di Disko. Un luogo maledetto per gli Inuit, perché qui le donne più vecchie in tempi di carestia si uccidevano, gettandosi dalle falesie. E la montagna ghiacciata si staccò cinque anni prima della sciagura, lo stesso anno in cui fu deciso di costruire il Titanic: avrebbe navigato cinque anni alla deriva, per incontrarlo. Leggende, forse.

da LA STAMPA

2 thoughts on “2012 Pronta la crociera che seguirà lo stesso viaggio del Titanic

  1. salve a tutti…..dato che pare che i biglietti per il viaggio inaugurale per il centenario del naufragio del titanic nel 2012 siano tutti esauriti anche se io non avevo sentito parlare delle vendita di biglietti……chiedo se in futuro ci possano essere altri viaggi di questo tipo…..sempre ripercorrendo la rotta del titanic…..grazie attendo informazioni!

Leave a Reply